Amazon Kindle Fire HD – la recensione di TheAppleLounge

di Andrea "C. Miller" Nepori 18

Alla fine di ottobre Amazon ha lanciato il nuovo Kindle Fire HD anche in Italia, giusto in tempo per l’inizio della stagione delle compere natalizie.
Il Kindle Fire HD, successore del Kindle Fire (e basta), è un tablet da 7”, con display da 1280 x 800 pixel, disponibile solo in versione Wi-Fi e dai prezzi assai accattivanti (199€ per il modello 16GB e 249€ per quello da 32GB).
Ho avuto modo di testare il tablet di Amazon quasi due settimane: ho provato di liberarmi del “fardello” dell’esperienza iOS e ho cercato di capire se il Kindle Fire HD può essere davvero un valido concorrente dell’iPad e dell’iPad mini.

La recensione è particolarmente lunga e si estende su più pagine. Le sezioni in cui è suddivisa sono accessibili rapidamente attraverso il menu che trovate qui sotto.
Per chi volesse leggere la recensione con maggiore comodità su un dispositivo mobile può scaricare la versione ePub, la versione per Kindle o il PDF dell’articolo.

Design e caratteristiche

Il design del Kindle Fire HD, almeno ad un primo sguardo, non si distingue particolarmente da quello che è ormai il formato standard di ogni tablet: bordi arrotondati e cornice nera attorno al display, scocca posteriore leggermente bombata.
A differenza di certi altri tablet della concorrenza, però, non lo si può di certo confondere con un iPad.

La qualità costruttiva dell’oggetto è buona e le sensazioni che restituisce, al tatto, sono decisamente piacevoli. Merito della plastica lievemente satinata sul retro. Nella parte posteriore una striscia più scura su cui è impresso il logo Kindle nasconde le due casse Dolby Stereo (ne parlerò meglio più avanti) e “interrompe” la monotonia del grigio antracite.

Nel complesso il Kindle Fire HD è un tablet che non lascia a desiderare dal punto di vista del look. L’unico elemento che ho dovuto “digerire” un po’ più a lungo è la cornice attorno allo schermo, un po’ grande per un dispositivo con uno schermo da 7”.
Se esteticamente la cornice non è il massimo tuttavia aiuta ad evitare input tattili involontari nella “presa” con il pollice, così come avviene sull’iPad Retina. L’iPad mini ha risolto il problema a livello software, ma la buona vecchia “area inerte” attorno allo schermo è una soluzione ottimale per un dispositivo che, come il Kindle Fire HD, è dotato di un’interfaccia interamente tattile.

Sul bordo esterno del tablet, lungo uno dei lati minori, trovano spazio i tasti del volume e il tasto per l’accensione e lo spegnimento del tablet e per l’attivazione dello schermo. Sono gli unici tasti fisici di cui è dotato il Kindle Fire HD.
Chi, come il sottoscritto, è abituato ai bottoni dell’iPad, all’inizio avrà di sicuro qualche difficoltà. I tasti sono a filo della cornice e per questo spesso non è facile individuarli al tatto (magari al buio). E’ anche una questione di pratica, sicuramente, ma il gesto di scorrere le dita lungo la cornice per individuare il tasto di accensione diventa presto un’abitudine e non è raro cliccare uno dei tasti volume scambiandolo per il tasto di accensione.

Peso e dimensioni

Il Kindle Fire HD pesa 385g. La differenza con i 308g della versione Wi-Fi dell’iPad mini è sinceramente impercettibile (torneremo sul confronto diretto con iPad mini domani, con un articolo dedicato). Nel complesso il tablet di Amazon è perfetto per la lettura ad una mano; tenerlo sollevato anche per lunghi periodi non è particolarmente stancante e soprattutto la sua presenza in una borsa o un uno zaino è praticamente impercettibile in termini di peso “aggiunto”.

Peso e formato lo rendono dunque estremamente portatile. Da questo punto di vista non c’è molto da aggiungere: la comodità di un tablet da 7” è innegabile. Il Kindle Fire HD non è troppo più piccolo di un iPad mini, nonostante lo schermo del tablet Apple misuri 0,85” in più sulla diagonale. La cornice, di cui abbiamo già detto, contribuisce ad un form factor più “ampio”. Anche lo spessore del Kindle Fire HD è visibilmente superiore a quello dell’iPad mini. “Merito” probabilmente della dimensione delle casse per il Dolby Stereo e in generale di una diversa disposizione della componentistica interna.

Specifiche

Un rapido riassunto delle specifiche tecniche:

Per altri dettagli sulle caratteristiche del dispositivo vi rimando alla pagina del Kindle Fire HD su Amazon.

Performance

Amazon pubblicizza con convinzione il chip Dual Core da 1,2GHZ e il core grafico Imagination PowerVR 3D. E fa bene, perché nel complesso il Kindle Fire HD non ha alcun problema nella riproduzione di filmati di ogni tipo e dimensione e con i giochi in 3D particolarmente avidi di risorse.

Le mie prove con applicazioni “pesanti” come Fifa 12 o Skype in live chat con video attivo hanno dato ottimi risultati, con una generale sensazione di usabilità che altri tablet Android non garantiscono.

Peccato però che la potenza disponibile non si rifletta più in generale nella navigazione dei menu e nelle funzioni di utilizzo più comune. Il software ogni tanto perde qualche colpo: non è rarissimo imbattersi in leggeri ritardi immotivati nell’apertura di un applicazione o di una sezione dello Store, oppure in qualche glitch del carosello di applicazioni che occupa la schermata principale.

Sono tutti aspetti software perfettibili che tuttavia, allo stato attuale, non conferiscono all’interfaccia del Kindle quella generale sensazione di immediatezza che invece restituisce un iPad (anche nella versione mini).
Va specificato che qui si sta davvero spaccando il capello in quattro, comunque. Non ci sono lag nella rotazione dello schermo, ad esempio o nella navigazione nei menu opzione interni.

Nella prossima pagina: Display, Batteria e Fotocamera, Audio, Connettività Wi-Fi

1 2 3 4 5 6Prossimo