Siri, un secondo ingegnere abbandona Apple

di Pasquale Cacciatore Commenta

Siri founders

Un altro importante tassello perso fra i dipendenti di Cupertino: Adam Cheyer (nella foto in copertina, a destra), ingegnere che ha contribuito a creare Siri, ha lasciato Apple, secondo quanto riferiscono persone vicine alla sua famiglia.

Cheyer, che ricopriva la carica di vice-presidente del settore ingegneristico ed era stato co-fondatore del software di riconoscimento vocale acquisito poi da Apple, avrebbe lasciato il gruppo di Cupertino da un paio di giorni, secondo quanto riferito da una fonte anonima a lui vicino.

Si tratta della seconda perdita nel gruppo che ha dato vita a Siri da quando Apple ha acquistato l’azienda nell’aprile del 2010 (precedentemente, il CEO Dag Kittlaus aveva abbandonato). Mentre Apple ha cercato di esaltare Siri come la caratteristica fondamentale dell’iPhone 4S, nel corso del tempo sono sorte molte critiche da parte di chi non ritrova nell’utilizzo del proprio dispositivo la stessa esperienza d’uso sponsorizzata dall’azienda californiana.

Il CEO di Apple, Tim Cook, si è più volte espresso sull’argomento, aggregando che nonostante Siri sia una delle caratteristiche più popolari di iPhone 4S, c’è “molto ancora che si può fare a proposito“.

Nel frattempo, per quanto riguarda la vicenda di Cheyer, un portavoce Apple ha rifiutato di commentare l’abbandono del dipendente.