Nuovi iMac: aggiornamento Boot Camp e supporto fino a due monitor

di Luca Iannario 7

Come sicuramente saprete, nella giornata di ieri Apple ha introdotto sul suo store online i nuovi modelli di iMac. I nuovi computer desktop all-in-one, presentano tra le caratteristiche principali l’impiego dei nuovi processori Intel della famiglia Sandy Bridge e della nuova tecnologia Thunderbolt per il trasferimento veloce dei dati con le periferiche esterne.

In questo post vi illustriamo alcune novità minori, ma che potrebbero essere comunque molto interessanti soprattutto per coloro che decideranno di acquistare il modello con display da 27”.

Procediamo con ordine, annunciando in primis il nuovo aggiornamento (638KB) di Boot Camp, che giunge alla versione 3.2. Il software, che permette di creare una partizione per installare Windows insieme a Mac OS X, è stato aggiornato appositamente per i nuovi iMac (e non è installabile su altri Mac) e la nuova versione può essere installata direttamente tramite il sito Apple. L’aggiornamento risolve problemi riscontrati con le tastiere giapponesi e coreane.

La seconda novità riguarda nello specifico il modello più grande con display da 27 pollici. Il fratello maggiore dei due iMac, come saprete ormai, dispone di ben due porte Thunderbolt (il modello da 21” ne ha una) e questo lo abilita a sfruttare fino a due monitor esterni (tre in totale con il monitor integrato), come potete vedere dalla prova effettuata da Engadget. Nel video, l’iMac è stato collegato a due monitor esterni Dell da 30”, estendendo la scrivania su una superficie di quasi 12 mega pixel.

Infine, l’ultima novità riguarda il Magic Mouse e il Magic Trackpad. Fino alla scorsa generazione di iMac, il Magic Trackpad poteva essere acquistato solo separatamente; da ieri, invece, è possibile scegliere tra un Magic Mouse e un Magic Trackpad da ricevere all’interno della confezione senza costi aggiuntivi. I clienti che li vorranno entrambi, invece, dovranno sostenere un costo aggiuntivo di 69 dollari.

[via]