Nexus 7: i tablet di Asus cominciano a perdere colpi dopo soli 11 mesi

di Lorenzo Paletti 6

nexus 7 su tavol

A meno di un anno dal suo lancio sul mercato, Nexus 7 sta morendo. Le performance dei tablet marchiati Asus creati in collaborazione con Google starebbero infatti peggiorando sensibilmente dopo soli 11 mesi.

Al prezzo a cui veniva (e viene) venduto, Nexus 7 è un ottimo prodotto. Ne parlavo proprio la scorsa estate nella mia recensione. È indubbio, d’altro canto, che iPad mini sia costruito con un diverso genere di cura (e ovviamente arrivi sugli scaffali con un diverso genere di prezzo). Personalmente ho venduto Nexus 7 per passare proprio al nuovo 7 pollici di Apple, ma ci sono anche amanti del mondo Android che lamentano le performance di Nexus 7.

Tra questi c’è Dustin Early, di AndroidAndMe, che scrive: “Non riesco a trovare una persona che abbia usato il Nexus 7 per un lungo periodo di tempo, e non abbia registrato un notevole peggioramento delle performance”. Il post è intitolato: “Un anno dopo, Nexus 7 è passato ad essere dal migliore al peggiore tablet che abbia mai posseduto”.

I problemi? Lag nell’apertura delle applicazioni e nel cambiamento dell’orientazione (si parla anche di qualche secondo), sensibilità al tocco diminuita, notifiche che scattano e applicazioni non reattive. Early ha ovviamente provato a seguire la strada più ovvia, ripristinando il dispositivo. Questo non sembra avere risolto il problema, che si conferma di natura hardware.

Gli utenti che commentano il post di Early lo consolano. Il suo Nexus 7 non è il solo ad avere i primi acciacchi, e pare che altri tablet di Asus abbiano mostrato simili problemi. Il pezzo difettoso pare essere la memoria allo stato solido. Contrariamente ai classici dischi rigidi, le memorie allo stato solido si deteriorano con il tempo. Una SSD di qualità può durare anni, mentre una scadente, come quelle che sembra siano state montate in Nexus 7, sta rallentando i tablet di Google e Asus.

Apple, al contrario, ha utilizzato memorie flash su iPod, iPad, iPhone e MacBook da anni, e ha acquisito una certa esperienza nell’assemblaggio e nell’utilizzo di questo genere di storage.

I difetti di Nexus 7 arrivano con ogni probabilità dalla fretta con cui Google ha voluto lanciare il dispositivo sul mercato. A gennaio 2012, dirigenti di Mountain View hanno visto alcuni prototipi di ASUS al CES e hanno contattato la compagnia. Alla I/O, sei mesi dopo, il dispositivo era già pronto per essere venduto. Jonney Shih, chairman di Asus, aveva chiaramente detto che lavorare con Google su Nexus 7 era stato, per i sui ingegneri, un incubo.

Sembra quindi difficile vedere oggi il Nexus 7 come un iPad killer, e appaiono ancora più profetiche le parole di Steve Jobs:

I nostri potenziali concorrenti stanno facendo fatica ad avvicinarsi al prezzo di iPad. iPad incorpora tutto quello che abbiamo imparato quando si tratta di costruire prodotti di qualità. Creiamo i nostri chip, il nostro software, le nostre batterie, la scocca, tutto. Questo risulta in un prodotto incredibile ad un prezzo eccezionale. La prova è nel prezzo dei prodotti dei nostri concorrenti, che offrono meno per un prezzo maggiore.

[via]