Mailbox per Mac apre una beta al pubblico (e noi vi regaliamo 6 accessi)

di Lorenzo Paletti 2

Mailbox sta per arrivare anche su OS X. E se non state più nella pelle, ecco alcune chiavi per accedere da subito alla beta pubblica.

Schermata 2014-08-27 alle 16.47.02

Dopo il grande successo ottenuto da Mailbox su iOS e Android, è naturale che l’applicazione stia per arrivare anche su OS X. Il client di posta elettronica più amato (dopo la morte di Sparrow) può ora essere provato con una beta pubblica. Noi vi diamo una anteprima del programma, e regaliamo qualche chiave di accesso per la beta.
Mailbox è nato su iOS con un semplice obiettivo: rendere semplice amministrare la propria posta elettronica. Per farlo, gli svillupatori di Mailbox hanno scelto di richiamare con il loro client le funzioni tipiche di una to-do list. Ogni mail può essere archiviata (quando il suo contenuto è stato letto e non richiede alcuna azione da parte nostra), cancellata definitivamente, aggiunta a liste personalizzate oppure rinviata per un momento successivo. Mailbox permette di ritardare la ricezione di una mail ad una data o un’ora diversa da quella in cui l’abbiamo ricevuta, per ricordarci di completare quanto richiesto all’interno del messaggio in un secondo momento.
La premessa è semplice, e utilizzare l’applicazione lo è altrattanto. Sia su iOS che su OS X. Da qualche giorno DropBox (che ha acquistato Mailbox) ha infatti aperto le iscrizioni per la beta pubblica di Mailbox per Mac, e permette di mettersi in coda per poter provare l’applicaizone.
Chiunque può scaricare l’installer della beta, ma per attivarlo è necessario trascinare nella finestra dell’applicazione un betacoin, ovvero una gif di una moneta che vi permetterà di avere accesso alla beta.
L’applicazione recupera quel design minimale che abbiamo già imparato a conoscere sui dispositivi portatili. Selezionare le mail e rinviarle (o archiviarle) è semplice come eseguire uno swipe sul trackpad. La ricerca è rapida e funzionale, mentre l’applicaizone sembra non avere alcun bug grossolano che ne rende impossibile l’utilizzo.
Il software è leggero e potrebbe essere quello che fa per voi se avete amato Sparrow prima dell’acquisizione di Google e potete fare a meno delle etichette di GMail. Potete scaricare la beta a questo indirizzo (il link è in basso a destra), mentre di seguito trovate qualche betacoin per accedere alla beta.

coin524431 coin524430 coin524429 coin130810 coin130809 coin130808