iPhone XR, in Cina in arrivo nuovi tagli anche per altri iPhone

di Gio Tuzzi Commenta

Sempre più fatale sembra essere per Apple il mercato cinese, sono previsti numerosi tagli di produzione per iPhone XR ed altri dispositivi a marchio Apple in Cina per il prossimo trimestre

iPhone XR
iPhone XR

Situazione alquanto complicata per Apple in Cina che si ritrova ad affrontare dei tagli riguardanti l’iPhone XR ed altri iPhone, non solo di ultimissima generazione. Il problema non è solo legato alla questione Qualcomm, che ha intrapreso vie legali per impedire ad Apple di vendere alcuni iPhone rei di aver utilizzato brevetti provenienti dalla stessa azienda cinese, la situazione è molto più complicata. Secondo infatti un analista di Rosenblatt in Cina molte aziende stanno sostenendo a spada tratta Huawei, che risulta essere al momento una delle aziende cinesi più potenti in campo smartphone.

Chiaramente questo schieramento serrato provoca una netta diminuzione nei riguardi delle vendite degli iPhone ed a quanto pare Apple ha già diminuito notevolmente la produzione dei melafonini diretti in Cina. Si parla di tagli di circa 4 milioni di unità rispetto all’inizio, con la maggior parte riguardante la vendita dell’iPhone XR. Sarà soprattutto quest’ultimo a patire i tagli più importanti e già dal primo trimestre del 2019 si potrà notare questa flessione imponente sulla vendita in Cina dei dispositivi a marchio Apple.

Quello che sta accadendo in Cina è insomma un bel po’ preoccupante per il campo iPhone, infatti molte aziende cinesi stanno dimostrando di voler supportare Huawei in ogni modo ed addirittura offrono ai propri dipendenti sovvenzioni per l’acquisto dei terminali del marchio, proprio a discapito degli iPhone. Se questo quindi continuerà ad essere l’andazzo, per Apple si apriranno scenari piuttosto catastrofici sul mercato cinese, bisognerà a questo punto virare sui mercati dove invece l’iPhone XR ed i nuovi iPhone sono alquanto richiesti, come ad esempio quello europeo.

Difficile invece trovare una miniera d’oro nei Paesi emergenti, a causa senza dubbio dei prezzi piuttosto elevati dei prodotti Apple. La Cina non vuole essere praticamente amica dell’azienda americana ed ormai gli aspetti negativi si susseguono l’uno dietro l’altro.