Here: le mappe di Nokia in arrivo su iOS e Android

di Lorenzo Paletti 2

Come se la situazione dei servizi cartografici non fosse già calda a sufficienza, ora anche Nokia conferma che porterà le sue mappe non solo su Windows Phone, piattaforma che gira sui suoi terminali, ma anche su iPhone e Android, oltre che su Firefox OS di Mozilla. Tutti dovrebbero poter sfruttare il nuovo servizio, chiamato Here, durante il 2013.

Nokia intende rilasciare su App Store l’applicazione con le sue mappe, completa di navigazione turn-by-turn e informazioni correlate ai trasporti pubblici. L’app dovrebbe essere disponibile a breve, ovviamente a patto che non venga cassata durante la verifica effettuata da Apple su tutto il software che finisce su App Store.

Su Android gli OEM potranno invece avere accesso ad un kit di sviluppo che permetterà loro di integrare il servizio e le sue feature all’interno del sistema operativo di Google.

Here combina l’utilizzo di dati salvati sul telefono e recuperati dalla rete. Questo permette non soltanto un rapido caricamento di mappe in tre dimensioni, ma anche un semplice utilizzo offline. Nokia spiega che l’app mappe installata su Windows Phone pesa 2,2 GB. Sarà interessante vedere se anche il software rilasciato per iOS e Android avrà le stesse dimensioni.

Stephen Elop, CEO di Nokia, ha dichiarato: “La gente vuole delle eccezionali mappe, e con Here potremo fornire alla gente un modo migliore per esplorare, scoprire e condividere il loro mondo. Non solo, con Here potremo estendere i nostri vent’anni di esperienza in geolocalizzazione su nuovi dispositivi e sistemi operativi che vanno oltre Nokia. Come risultato, crediamo che sempre più persone potranno trarre beneficio e contribuire al nostro sistema cartografico e di localizzazione”.

Nel frattempo Apple continua a lavorare per migliorare il servizio di mappe fornito con iOS 6, che oltre ad avere lasciato a bocca asciutta diversi utenti a causa degli innumerevoli problemi che lo affliggono, sembra essere stato anche al centro del contenzioso che ha portato all’allontanamento di Scott Forstall da Apple. Google, d’altro canto, pare stia sviluppando Google Maps per iOS 6, ma proprio a Mountain View sembrano convinti che difficilmente Apple permetterà alla loro app gratuita di arrivare su App Store.

[via]