Alla WWDC Apple punta sulle donne

di Lorenzo Paletti Commenta

Apple punta sulla diversità alla WWDC di quest'anno (e non solo) per trovare nuove programmatrici donne.

WWDC.women.4

La maggioranza dei partecipanti alla WWDC è di sesso maschile, ma Apple vorrebbe che questa cosa cambiasse nel prossimo futuro. Ecco per quale ragione Cupertino sta cercando di attirare sempre più donne (e soprattutto ragazze di giovane età) nel mondo della tecnologia.

Per anni i keynote di Apple sono stati tenuti da una sola persona sul palco: Steve Jobs. Cook ha invece cambiato protocollo, scegliendo di fare da presentatore mentre le nuove funzioni e i nuovi prodotti vengono introdotti dai suoi Senior VP, come Craig Federighi, Eddy Cue e Jony Ive (anche se esclusivamente in video).

Quest’anno Apple ha delegato due ruoli cruciali sul suo palco a Jennifer Bailey, VP per gli i negozi online internazionali e Susan Prescott, VP per Product Management e Marketing. Bailey ha introdotto Apple Wallet, mentre Prescott ha presentato la nuova app di Apple, News, che arriverà in iOS 9.

Per sottolineare la presenza di donne nel team di Apple, molte delle conferenze della WWDC di questa settimana sono state tenute da donne. Nonostante ciò, il CEO di Apple Tim Cook ha sottolineato come ci sia ancora bisogno per l’azienda di Cupertino di assumere nuovi talenti di sesso femminile.

Appel sta cercando di attirare nel suo sistema non soltanto le giovani leve, ma anche potenziali sviluppatrici su con gli anni. Durante il keynote di apertura dell’evento, Apple ha pubblicato sul suo sito la fotografia di Alicia C., una sviluppatrice che ha imparato a programmare a 51 anni e ha scritto una app che aiuta le vittime di abusi.

Nelle parole di Cook:

Vedo queste persone come le generazioni future della nostra azienda, sia che vengano a fare parte di Apple sia che vengano a fare parte dell’ecosistema. In entrambe i casi, quando penso ad Apple, penso a tutta la comunità non solo alle persone che hanno un cartellino con scritto Apple.

Per quale ragione Cook è così attento alla diversità dentro la sua azienda?

Penso che un gruppo più diverso di persone possa produrre i migliori prodotti. Lo credo fermamente. […] Penso che sia colpa nostra – e con nostra intendo di tutta la comunità tecnologica. Penso che in generale non abbiamo fatto abbastanza per raggiungere quelle giocano ragazze e dire loro che programmare è una cosa bella e divertente e che possono fare anche loro.

Apple ha cominciato individuando 9 sviluppatrici promettenti presso il National Center for Women & Information Technology per regalare loro un ingresso alla WWDC di quest’anno.

[via]