Get A Mac: due nuovi spot in risposta a Microsoft

di Andrea "C. Miller" Nepori Commenta

surprise

Apple ha pubblicato oggi due nuovi spot della serie Get A Mac. Anche in questo caso gli spot sono una risposta (seppure decisamente tardiva) alla campagna pubblicitaria multimilionaria di Microsoft andata in onda a cavallo fra la fine del 2008 e i primi mesi del 2009.

Il primo episodio, Surprise, è una vera e propria metafora: senza mezzi termini Apple denuncia “l’inganno” messo in piedi da Microsoft con i suoi spot. A questo proposito, proprio poco tempo fa, l’azienda di Cupertino è riuscita a far tagliare da un episodio della serie Laptop Hunters l’erroneo riferimento al prezzo di un MacBook Pro che non corrispondeva alla realtà.

Nello spot, Mac tenta di convincere una ragazza a comprarsi un PC, decantando la superiorità dei computer Windows. Qualcosa non torna e presto si scopre il perché, quando PC, ormai traviata la ragazza, si toglie la maschera di Justin Long.

topofline

Nell’episodio Top of The Line c’è una ragazza che sta decidendo quale computer comprare. John PC Hodgman le presenta il miglior PC su piazza, veloce (“qualcuno dice che sono fin troppo veloce“) e con un grande schermo. Ma nemmeno il super PC è scevro da virus e grattacapi, per cui la candida ragazza preferisce scegliere Mac.

La ragazza, rossa di capelli, è un chiaro riferimento a Lauren, la più nota fra i protagonisti della serie di ads Laptop hunters. Ad impersonare il super PC è invece Patrick Warburton, noto al pubblico -americano- per aver impersonato David Puddy nella Sitcom Seinfeld. Il riferimento alla star della serie di spot Microsoft, Jerry Seinfeld in persona, anche in questo caso è ovvio.