Beats Music sarà integrato in iOS, ma disponibile anche su Android

di Andrea Corsi 1

Apple è a lavoro su un nuovo servizio di streaming musicale a pagamento, costruito sulle solide fondamenta di Beats. Sarà integrato in OS X e iOS, costerà 7.99$ al mese e verrà realizzata una versione dell'app per dispositivi Android.

Secondo quanto riportato da 9to5mac, Apple sarebbe al lavoro su un nuovo servizio di streaming musicale a pagamento, basato su Beats e fortemente integrato in iTunes su OS X e nell’app Musica di iOS su iPod touch, iPhone e iPad.

beats-music-app-store-icon

Il nuovo servizio andrebbe a dar la possibilità all’utente di navigare tra i contenuti presenti nel catalogo iTunes e Beats, dando la possibilità all’utente di aggiungerli alla propria libreria, in modo da poterli ascoltare in locale. Saranno inoltre presenti numerose playlist, curate da esperti, che rispecchieranno i gusti di numerosi segmenti di utenza diversa.

Le uniche due differenze con Beats saranno i colori e il prezzo. Il nuovo servizio perderà i toni neri e rossi, tipici di Beats, e verrà uniformato alla grafica di iTunes e Musica. Per quanto riguarda il prezzo, esso invece sarà di 7.99$ mensili, inferiore quindi a quello di Beats e di altri servizi concorrenti come Rdio e Spotify.

Il nuovo servizio di streaming verrà a concorrere con altri tre servizi Apple: iTunes Store, iTunes Radio e iTunes Match. Tuttavia, almeno secondo quanto emerso finora, Apple non sarebbe intenzionata a pensionarli, o almeno non per il momento.

Gli utenti Beats potranno migrare facilmente al nuovo servizio e trasferire la propria libreria e le proprie playlist, collegando il proprio account Beats ad un Apple ID.

Il nuovo servizio, che doveva vedere la luce già attorno al mese di marzo, potrebbe in realtà essere presentato a giugno, nel corso della WWDC ’15 e occupare gran parte del Keynote di presentazione di iOS 9 e OS X 10.11.

Last but not least, l’app Beats verrà sviluppata anche per dispositivi Android. Nessuna menzione viene fatta invece per un’eventuale app Windows Phone, che non verrà probabilmente mai lanciata. L’app Android sarà la rivisitazione in chiave streaming del famoso bicchier d’acqua a chi sta all’inferno1?

via | MacRumors


1. Per chi non ricordasse la citazione, Jobs lo disse riguardo lo sviluppo di una versione Windows di Tunes.