Vodafone iPhone Pack: come attivarlo per l’iPhone 2G.

di Emanuele L. Cavassa 14

Una delle più grandi comodità dell’iPhone è la possibilità di connettersi ovunque ad internet con un browser comodo da usare e un client email efficiente.
Peccato solo che molti di noi, sul nostro iPhone 2G, più che la rete Wifi non possiamo utilizzare: contratti capestro per le connessioni dati su rete cellulare, bollette astronomiche se non si ha una flat od un fisso mensile.
Peccato che in Italia le reti wifi non siano particolarmente diffuse a livello di pubblica amministrazione: solo grazie alla bontà (o alla disattenzione) di qualche privato cittadino che non ha chiuso con password la propria connessione senza fili si riesce a controllare un’email o a verificare un indirizzo su Mappe mentre si è in mobilità.


Questo, almeno, fino a quando “l’iPhone che aspettavate” non è arrivato anche in Italia in veste ufficiale.
Ora, finalmente, Vodafone e Tim hanno creato delle tariffe apposite per la connessione dati con l’iPhone 3G.
Non entriamo nel merito della bontà di queste tariffe: 600 Mb mensili da parte di Vodafone o 1 Gb da parte di Tim dimostrano la totale incomprensione da parte dei due carrier della natura dell’iPhone: un computer da tasca che telefona anche, in cui l’uso di internet è preponderante.
Tra l’altro, data l’impossibilità di usare iPhone come modem, le due compagnie telefoniche non avrebbero neppure dovuto aver paura di concedere dati illimitati che poi sarebbero stati usati per il P2P: semplicemente non si può.


Quello che però è interessante è che la tariffa Vodafone iPhone Pack, per chi ha Vodafone, può essere attivata anche da chi possiede un iPhone “d’importazione“. In questo modo avrete 600 Mb di dati al mese per 10 € (19 Mb al giorno circa), oppure 150 Mb alla settimana per 3 € (21 Mb al giorno circa).


Ecco come fare ad attivare la tariffa:
1. Recatevi in un punto vendita Vodafone One con il codice IMEI del vostro iPhone. Chiedete di effettuare l’associazione dell’IMEI al vostro numero telefonico Vodafone.
Questo è necessario perché il vostro telefono non è venduto da Vodafone, quindi il sistema informatico non riconoscerebbe l’IMEI. Questa procedura serve anche nel caso in cui abbiate comprato iPhone 3G da Tim ma lo usiate con Vodafone.


2. Chiamate dall’iPhone il numero 42026 e seguite le istruzioni del messaggio pre-registrato. Al termine della procedura verrete avvisati che riceverete un sms di conferma, dopo il quale potrete cominciare a navigare con il vostro iPhone.


A questo punto, se avete aggiornato ad iPhone OS 2.0 il bundle di configurazione di Vodafone è già presente e non dovrete fare assolutamente nulla se non usare il vostro iPhone.


Se invece siete per ora rimasti ad iPhone OS 1.1.4, andate nelle impostazioni e configurate EDGE affinché usi come apn iphone.vodafone.it.
In questo modo potete usufruire della connessione con il Pack Vodafone.


Potreste però avere il problema opposto: ovvero avere un piano con Vodafone o Tim per la connessione dati e dover configurare un apn differente da quello preimpostato nel bundle su iPhone OS 2.0.
La soluzione più semplice è estrarre la sim a caldo con telefono acceso, inserire una sim non Tim o Vodafone (può prestarvene una Wind o 3 un amico) entrare nel pannello di configurazione del network e configurare l’apn con i dati che vi servono, quindi reintrodurre la sim Vodafone nell’iPhone.


iPhone Pack di Vodafone è una buona soluzione per la connettività anche del vostro iPhone 2G, ma con una controindicazione: Vodafone non ha rete EDGE e considerata l’assenza dell’UMTS nella nostra vecchia versione l’unica connettività sarà GPRS. Non aspettatevi un mostro di velocità, ma almeno potrete sfruttare i 600 Mb mensili o i 150 settimanali e connettervi anche in assenza di Wifi.


Che se volete sfruttare Mobile Me con i servizi Push, la connettività slegata dalla Wifi è quantomeno necessiaria.