Sony pensa che Apple dovrebbe lanciare un iPhone ogni sei mesi

di Lorenzo Paletti 3

Sony-Xperia-Z1-vs-Apple-iPhone-5-01-640x480

iPhone ha occupato solo il 15% del totale delle spedizioni degli smartphone nel 2013. Eppure Apple incassa, con questa piccola fetta di mercato, il 56% di tutti i profitti del mercato. Sony, al contrario, si accontenta del 3,8% di dispositivi venduti, e fatica a guadagnare. È quindi curioso che sia proprio Sony, tramite la voce di uno dei suoi dirigenti, a dare un suggerimento ad Apple riguardo le politiche di vendite dell’azienda di Cupertino.

In una dichiarazione rilasciata dal presidente di Sony Europa Pierre Perron a The Inquirer, il dirigente di Sony ha spiegato che Apple “perde soldi” rilasciando un iPhone una sola volta l’anno, invece di occupare il mercato con aggiornamenti incrementali ogni 6 mesi.

L’idea è semplice. Secondo Pierron tutti gli utenti vogliono trovarsi in mano il telefono con la tecnologia più avanzata, e considerata la rapidità con cui il settore telefonico sta evolvendo, Sony pensa che un aggiornamento annuale non sia sufficiente a soddisfare la voglia di nuovo degli utenti:

C’è un ritmo nella produzione dei processori che ci dà la possibilità di lanciare un nuovo prodotto più di una volta all’anno. Questo mercato si sta muovendo rapidamente. Poiché gli utenti mobili hanno grandi richieste quando si tratta di intrattenimento, vogliono accedere a musica e giochi in più rapidamente e semplicemente, in un sistema più integrato.

Ovviamente Perron ha indicato lo Xperia Z2 di Sony, che viene rilasciato sul mercato solo cinque mesi dopo lo Z1. Per Perron, questo è il modo in cui Sony porta: “La migliore tecnologia tramite la migliore piattaforma” così che i clienti dell’azienda giapponese non siano mai insoddisfatti del dispositivo che hanno per le mani.

Certo, se la teoria di Perron avesse qualche fondamento, le code non dovrebbero formarsi davanti agli Apple Store, ma di fronte ai negozi di Sony.

[via]