iPhone Developer Program: grazie, le faremo sapere!

di Andrea "C. Miller" Nepori 1

iphonesbgd5476.jpg

Qualche giorno fa Apple ha fatto sapere che già 100.000 utenti avevano scaricato l’iPhone SDK nel giro di 4 giorni. Quasi a voler rispondere alle perplessità che aveva sollevato AppleInsider, che si chiedeva come avrebbe fatto Apple a gestire un afflusso così ingente di sviluppatori o aspiranti tali, oggi arriva la notizia che da Cupertino hanno respinto, temporaneamente, un gran numero di richieste di adesione all’iPhone Developer Program, il programma da 99$ dollari che, insieme ad altri benefits, permette agli iscritti di testare le proprie applicazioni su dispositivi reali e di metterle in vendita su App Store. Chiariamo subito: Apple non impedirà a nessun utente di scaricare gratuitamente l’SDK: solamente l’iscrizione al programma è soggetta ad una “scrematura preventiva” da parte di Apple.

Ecco il testo della mail che Apple sta inviando in questi giorni a molti iPhone Developer:

Caro Registered iPhone Developer, grazie per il tuo interesse nell’iPhone Developer Program. Abbiamo ricevuto la tua richiesta di adesione. Al momento, l’iPhone Developer Program è accessibile ad un numero limitato di sviluppatori e programmiamo di estenderlo durante il periodo beta. Ti contatteremo di nuovo riguardo alla tua adesione al momento opportuno. Grazie per esserti iscritto. Distinti saluti, iPhone Developer Program.

Erica Sadun, una delle più note iPhone Developer indipendenti, ha denunciato la spiacevole situazione in un suo post su TUAW e riporta che secondo alcune indiscrezioni il problema potrebbe essere legato ad un ritardo nella messa a punto del sistema informatico che dovrà sottendere alla revisione delle iscrizione e alla gestione delle richieste di adesione da parte degli sviluppatori indipendenti.

Anche se la scelta di Apple è più che comprensibile -nessuno si sarebbe potuto aspettare un afflusso così massiccio- molti sviluppatori sono preoccupati: lavorare allo sviluppo di applicazioni per iPhone durante i mesi che ci separano da giugno senza avere la certezza che il proprio programma verrà accettato, è un rischio che molti programmatori non vogliono correre.

Sembra tuttavia che la situazione sia solamente transitoria. Da giugno, quando l’iPhone Software 2.0 e l’SDK usciranno dalla fase beta, tutti potranno accedere all’iPhone Developer Program senza restrizioni, sottoscrivendo le norme del contratto redatto da Apple e versando i 99$ richiesti. Questa rassicurazione non rasserena del tutto gli animi di quanti attualmente sono stati esclusi dal programma, che rischiano ad esempio di non essere i primi a sviluppare e commercializzare una particolare applicazione a causa del ritardo nell’accettazione della richiesta di adesione.

In un tweet in risposta alle perplessità di Erica Sadun, Daniel Jalkut di Red Sweather Software suggerisce ironicamente che, a differenza del programma di Apple, il Jailbreak Developer Program non sta affatto limitando l’accesso ai nuovi sviluppatori.