Vocalia, riconoscimento vocale anche per i vecchi iPhone

di Tiziano Dal Betto 1

Vocalia

Nome: Vocalia 2.1
Categoria: Utility – Licenza: 2,99 euro
Data di rilascio: 22/10/2009 – Piattaforma: iPhone, iPod touch 2G (firmware 3.1)

Una delle funzioni introdotte con il nuovo modello di iPhone, il 3Gs, è quella del controllo vocale, che per motivi di marketing non è stata inclusa anche sui modelli precedenti, che ne sarebbero stati comunque capaci.

Con Vocalia, software prodotto da Creaceed e presente già da tempo su App Store, si colma in parte questa lacuna.

Vocalia consente di utilizzare dei comandi vocali per attivare il telefono  sia per ricercare un contatto presente nella rubrica, sia per riprodurre un brano presente nella sezione iPod, e addirittura per aprire una pagina web presente tra i preferiti di Safari Mobile.

In Vocalia, con quest’ultimo aggiornamento, è stato finalmente aggiunto anche il pieno supporto per la lingua italiana, oltre all’olandese, all’inglese, al tedesco e allo spagnolo.

L’interfaccia di Vocalia si presenta come un occhio elettronico, sensibilmente simile a quello del computer HAL 9000 del film 2001 Odissea nello Spazio di Stanley Kubrik, e certamente la citazione è voluta a rappresentare un omaggio a quello che è stato uno dei primi esempi di computer in grado di obbedire (finché ha voluto, per lo meno) a dei comandi vocali.

Sono presenti tre diverse sezioni nella schermata di Vocalia: la prima consente di dare comandi per richiamare i numeri telefonici dei contatti in rubrica e risponde a ordini come il nome intero del contatto presente in rubrica, al solo cognome o al solo nome. Inoltre è possibile personalizzare la fonetizzazione di un nome fornendo un’alternativa, come ad esempio “moglie“, “mamma“, “marito” o, per i più romantici, “amore“…

La seconda sezione è dedicata all’iPod e permette di ricercare un brano partendo dal nome dell’artista. Successivamente, una volta trovati i risultati, è possibile ascoltare tutte le canzoni dell’artista, un album in particolare o una sola canzone.

Infine, la terza sezione è dedicata ai preferiti di Safari: pronunciando il nome di un preferito si aprirà la pagina relativa in Safari Mobile. I preferiti però vanno caricati tramite il Vocalia Uploader, presente sul sito di Creaceed sia in versione Mac, che in versione PC. Purtroppo non possono essere creati direttamente dall’iPhone.

In definitiva Vocalia è un po’ una pezza per la mancanza del firmware 3.x sui vecchi modelli di iPhone e sull’iPod di seconda generazione, tuttavia, il riconoscimento non perfetto utilizzando l’auricolare e la mancanza di una integrazione totale nel sistema operativo dei dispositivi mobili di Apple, ne limita un po’ l’uso.

Risultati decisamente migliori possono essere ottenuti attivando il sensore di prossimità. Evidentemente la più alta qualità del microfono integrato di iPhone rispetto a quello dell’auricolare si fa sentire. In questo caso nelle mie prove il tasso di errore è passato dal 70/80% a zero.

Il motore di interpretazione è buono. Ad esempio, pronunciando il nome “Silvia”, oltre a visualizzare entrambi i miei contatti con quel nome, ha trovato anche due occorrenze assonanti, come “Siria” e “La Siberia” (un ottimo ristorante per mangiare gnocco fritto e tigelle nel modenese).

Vocalia è disponibile nell’ App Store di Apple nella categoria “Utility” al prezzo di 2,99 euro.