Niente Firewire sui MacBook? Un grave errore

di Emanuele L. Cavassa 48

La presentazione di ieri sera dei nuovi MacBook e MacBook Pro ha confermato buona parte dei rumors di questi ultimi giorni e le immagini rubate dei possibili case in alluminio.
Evidenziamo un particolare: la mancanza della porta Firewire 400 sia sui portatili consumer che sui Pro.

Niente porta Firewire? Questo fatto ha dell’incredibile. La tecnologia di connessione ad alta velocità è stata introdotta nel mondo informatico sostanzialmente da Apple, con gli iMac DV che portavano al pubblico la facilità del montaggio video grazie al primo iMovie, quando ancora sulla maggioranza dei Pc nemmeno era considerata l’Usb.

L’uso del Firewire liberava dal “giogo” delle catene di dispositivi Scasi esterne, sempre complesse da configurare e spesso poco pratiche (la macchina andava spenta per poter collegare un nuovo dispositivo esterno, sia Hd che scanner, ecc), mantenendo un’alta velocità di connessione.

Firewire, poi, nel mondo Mac era sempre stata un segno di distinzione dai Pc, che quando anche pochi avevano cominciato ad introdurla la mettevano nella sua incarnazione con la porta a 4 pin (l’attacco piccolo, somigliante ad una Mini-Usb), senza l’alimentazione, rendendo spesso vano l’acquisto di un disco esterno.

In particolare, la Firewire anche 400 era sinonimo di maggiore velocità di trasferimento dati, maggiore robustezza, banda dati passante notevolmente più ampia di Usb 2: nonostante sulla carta Usb 2 fosse leggermente più veloce, nella pratica è Firewire a vincere tutti i test di velocità.

Non per niente era stato scelto per le videocamere DV: garantisce una costanza del flusso video necessaria per il trasferimento di grosse quantità di dati tipico dell’acquisizione dei filmati.

Quest’ultimo punto fa maggiormente riflettere sulla scelta da parte di Apple di eliminare completamente la Firewire 400 dai portatili consumer.

Al ritorno di Steve Jobs in Apple nel 1997, decise che il Mac sarebbe diventato l’hub dello stile di vita digitale degli utenti: tutti i dispositivi si sarebbero dovuti collegare a lui per poter elaborare i contenuti, fossero filmati, foto, testo, musica. Mancavano i software facili da usare per realizzare questa visione, quindi, con vari passaggi negli anni, venne creata la suite iLife che conosciamo tutti, partendo da una timida versione di iMovie.

Firewire era quindi indispensabile per poter connettere le videocamere digitali, acquisirne il contenuto ed elaborarlo con iMovie.

L’attuale versione 08 è ancora molto legata a Firewire: è vero che Leopard ha aggiunto e migliorato il supporto alle videocamere AVCHD, generalmente connesse via Usb, ma è altrettanto vero che non tutte funzionano e soprattutto sono ancora un numero esiguo (questa è la pagina del supporto Apple a riguardo) rispetto alla quantità di videocamere miniDv esistenti con connessione Firewire.

E’ vero, la praticità di queste videocamere AVCHD è che effettuano una registrazione tapeless, quindi non sequenziale su nastro ma direttamente come file, per cui possono tranquillamente usare Usb invece che Firewire perché si sta trasferendo un file e non un flusso video.

Ma mentre la compatibilità di una camera Firewire è certa, quella di una Usb è incerta, soprattutto sono ancora molto più diffuse le Usb.

Per non parlare poi delle schede audio. Da quelle economiche a quelle professionali, la connessione avviene via Firewire, proprio perché consente un flusso dati costante e una banda notevole: solo su Firewire la registrazione multitraccia è garantita, quelle usb sono niente più che giocattolini.

Vogliamo poi non citare il Target Mode? Qualunque Mac, se in fase d’avvio premiamo T sulla tastiera, si avvia in modalità disco: collegato via Firewire ad un altro Mac viene visto come un qualunque disco esterno, per cui di solito si possono recuperare facilmente i dati da un computer all’altro.
Indispensabile per le assistenze tecniche.

Una tecnologia creata da Apple nel 1995, che a distanza di 18 anni viene improvvisamente abbandonata dalla sua stessa progenitrice, nonostante Firewire 400 abbia ancora da dire molto per gli anni a venire.

Anche il nuovo LED Cinema Display da 24″ ha solo un hub Usb e nessuna connessione Firewire. Lo vedremo sparire dalle prossime revisioni di iMac e di (se mai ce ne sarà una, dopo tutto questo tempo) Mac Mini? Nella sua incarnazione Firewire 800 lo vedremo solo nelle macchine Pro?

E’ stata una conferma dei rumors quella avuta ieri sera che mi ha riempito di profonda tristezza. Bellissimi i nuovi MacBook, benvenuta scheda video seria (ma la Vram è sempre integrata, mannaggia!), però questo tradimento, questo abbandono della porta Firewire 400 sui portatili consumer è stato davvero un duro colpo.

Soprattutto quando l’alternativa, l’Usb, non è minimamente prestante quanto il Firewire. Basta guardare i dati di questa comparazione pratica tra le due tecnologie.

  • fabrizio

    Veramente la FW800 sul Pro c’è.

  • iLPistolero

    Scasi si scrive SCSI

  • Stefano

    ma esiste un adattatore FW800 -> FW400?

  • Silvia

    @fabrizio: “Nella sua incarnazione Firewire 800 lo vedremo solo nelle macchine Pro?” presupponeva ben quello.

  • Mi sembra un “canto del cigno” sinceramente esagerato. Il firewire è sicuramente uno standard di interfaccia molto avanzato, ma l’utilizzatore medio non se ne fa molto.
    – La maggior parte dei dischi USB ha una velocità sufficiente.
    – La maggior parte delle telecamere a venire saranno tapeless e supporteranno USB.

    Oramai il firewire serve solo a chi fa montaggio video professionale e dubito che una persona del genere si prenda un MACBOOK. E’ meglio che si prenda un MBP o direttamente una macchina desktop pompata.

    E comunque esistono adattatori tra FW800 a FW400 e viceversa, costano una sciocchezza: http://www.amazon.com/Sonnet-FireWire-400-Adapter-FAD-824/dp/B0000CDJPQ

  • Matteo

    Non ho parole, ho acquistato da poco una videocamera miniDV e non vedevo l’ora di divertirmi con iMovie!!
    Non riesco proprio a capire una simile scelta progettuale! Sono proprio deluso!!

  • Pingback: MacBook e MacBook Pro, uno sguardo critico - TheAppleLounge()

  • @Stefano: si, ci sono i cavi adattatori.

    Direi che le cose più deludenti sono la mancanza della Firewire sul Macbook e gli schermi lucidi per tutti.
    Apple vira sempre più sul consumer mi pare…

  • andrea

    Forse l’assenza è dovuta al fatto che si parla di prodotti consumer. sul mbp infatti la porta è presente. firewire non è diffusissimo e sul macbook non so cosa farmene. editing video e musicale si fa con computer potenti, se ti diletti ti basta la usb e se sei un professionista allora è meglio che ti compri un mbp.

  • Alessandro

    Sono sconvolto da questo fatto… ho almeno 2 schede Firewire (solo FW400) svariati dischi esterni (sia FW400 che 800) e questo crea problemi per le connessioni (anche sul macBook Pro dovrei comunque rinunciare alla connessione diretta di una periferica FW 400) inoltre non ho mai visto cavi FW 800 to mini DV per la connessione della telecamera… nasceranno nuovi prodotti o adattatori? per quanto tempo l’Apple manterrà la FW 400 sulle macchine + vecchie? altro che prodotto consumer, è una marcia indietro!

  • andrea dice:

    editing video e musicale si fa con computer potenti, se ti diletti ti basta la usb e se sei un professionista allora è meglio che ti compri un mbp.

    Allora seconto te come faccio ad editare un filmino delle vacanze fatto con telecamera miniDV? O per far contenta Apple devo prendere il Pro solo perchè lei decide che l’editing video non è consumer? O magari tutti quelli che hanno telecamere con porta Firewire (la maggior parte) devono cambiare telecamera?

  • Alessandro

    Sai com’è… L’Apple è sempre avanti, siamo noi che siamo indietro…
    forse capiremo fra qualche anno, se non è uno degli errori che ogni tanto commettono… mi scuso per prima: ho visto che ci sono in produzione molti cavi da FW 800 a FW 400 e da FW800 a mini DV o FW 400 4 poli… scusate la mia ignoranza, la delusione però resta…

  • Lele

    I nuovi MacBook a me piaciono , ma togliere il Firewire dai MB è stato un errore enorme .
    Che senso ha avere una scheda grafica di ultima generazione come Nvidia 9400 se non si possono utilizzare le telecamere Dv con presa FW ?
    Questa è una caduta di dtile, madornale che ha fatto Apple .
    Prevedo che questi Macbook non avranno una grossa vendita , proprio per questa mancanza .

  • idario

    @ Lele:ma veramente credi che chi compra questo portatile si faccia condizionare dalla assenza della Firewire?
    E’ tutto proporzionato alla scheda video…
    Ne venderanno davvero tanti secondo me!!!
    Quello che invece non concepisco è lo schermo lucido sui Pro!!!

  • Alessandro Menegatti

    …la mancanza di una porta firewire è effettivamente una lacuna notevole, non sono proprio deluso ma un po’ sconcertato si… spero che, come dice Alessandro, sia una scelta da capire tra qualche anno… nel frattempo mantengo ancora un po’ il mio iBook…

  • Alessandro

    non lo so… so solo che con il mio vecchio PowerBook G4 1.42Ghz ho fatto tanti lavori (mi occupo di audio) ed è una macchina strepitosa nonostante gli anni… gli schermi da 13 panoramici effettivamente sono piccoli, però il rapporto prezzo/presatazioni della serie macbook ha tentato + di un professionista… sugli schermi lucidi sono d’accordo con te…

  • Lele

    Io spero per Apple che ne vendano tanti , pero ad esempio io ho una scheda audio che ho pagato 500 € con ingresso firewire (ora lascia stare che ci possono essere degli adattatori usb o via dicendo ) se devo prendere un macbook , ci penserei su . In questo caso cosa devo fare cambiare scheda od optare per il MBPro?
    Non lo so , io fortunatamente ho preso un Macbook 5 mesi fa .

  • Alessandro

    x Lele
    Io me lo terrei stretto, se fai registrazioni audio di un certo livello l’USB non è adeguato, vedremo cosa faranno i vari produttori di hardware…
    secondo me ci dobbiamo dimenticare i nuovi macbook e pensare solo ai MacBookPro per il futuro, sempre che l’Apple e altri non decidano di eliminare completamente i cavi!

  • Alessandro dice:

    Io me lo terrei stretto, se fai registrazioni audio di un certo livello l’USB non è adeguato, vedremo cosa faranno i vari produttori di hardware…

    Ecco, questa è la parte interessante.
    Forse che Apple abbia deciso di dismettere Firewire di qui a qualche anno (dopo averla inventata, tralaltro) e di passare tutto a USB 3.0?
    http://en.wikipedia.org/wiki/Universal_Serial_Bus#USB_3.0_2
    E i produttori di videocamere cosa ne pensano?

  • Mirko

    Ma per chi non fa grafica è davvero così utile la firewire?
    Qualcuno mi aiuti spiegandomi un po’ cos’è questa porta….

  • crid

    @mirko la porta firewire è una porta importantissima per chi fa editing video per con un solo e unico cavo puoi collegare una video camera e trasferire un flusso video direttamente e non con una caena immensa tra adattatori cavi e quant altro…. quindi l abbandono della porta firewire è stato un colpo durissimo. la connessione usb non è molto diffusa anche perche di vicdeocamere con una connessione usb di quel genere cene sono ancora poche. spero di esserti stato esauriente ciao!!!!!!!!

  • @Mirko
    aggiungo a quanto detto da crid, che la firewire viene anche utilizzata in campo professionale per gli scanner di fascia alta, per connettere hard disk (con un flusso dati più veloce rispetto a usb2), per trasferire le impostazioni da un mac ad un altro e per il “target mode” (avvio di un mac tramite il disco di un altro).
    Quindi, pur potendo vivere senza, la firewire era una porta molto utile in campo professionale e per l’assistenza tecnica.
    Per maggiori informazioni http://it.wikipedia.org/wiki/Firewire

  • Gilberto

    Anche una sola porta a 800 sul pro non mi sembra una grande idea … se non ricordo male se sulla catena a 800 viene inserita un’unità a 400 viene “declassata” alla velocità inferiore.

  • andrea

    @ ZBrando:
    per il filmino ti prendi un mbp oppure cambi la telecamera, questo mi pare sia il ragionamento della apple. del resto è una vita che fa così con gli ipod, cambia il modello e puoi buttare via il 90% degli accessori.

  • Paolo

    mah io sono molto deluso, sinceramente per adesso non sono intenzionato a collegare una videocamera al mac perchè non è una mia grande passione, ma finalmente volevo sfruttare la firewire per collegarci un gran bel disco esterno, invece se compro un mac sono constretto ad utilizzare quella schifosissima usb 2.0 instabile lenta…
    mamma mia che delusione, hanno creato un computer che è una bomba e gli levano le connessioni??
    è come se la ferrari creasse una nuova macchina e non gli mettesse le portiere

  • andrea dice:

    @ ZBrando:
    per il filmino ti prendi un mbp oppure cambi la telecamera, questo mi pare sia il ragionamento della apple. del resto è una vita che fa così con gli ipod, cambia il modello e puoi buttare via il 90% degli accessori.

    Mi pare che il ragionino *molto* male, allora. Figurati se io cambio tutto solo per star dietro alle loro paturnie minimaliste.
    Stiamo parlando di computer da 1300 – 2000 euro, non di iPod da 200 euro.

  • Matteo

    @ ZBrando:

    Sono d’accordissimo con te!! Sono un appassionato Apple e ho aspettato da mesi questo momento, ma 1200/1300€ con un processore non rinnovato e SENZA FIREWIRE rimane inconcepibile un prezzo del genere!! Se vogliono conquistare il mercato (visto che hanno tutte le carte in regola) dovrebbero almeno levare un centinaio di €.. Son sicuro che al prossimo rinnovo gamma, di solito dopo Natale, sicuramente si sistemeranno!

  • […Certo, i difetti non mancheranno anche in queste macchine, e io non sono bravo a spiegarmi quanto i copywriter Apple…]

  • dipa

    @ andrea:
    questa francamente è una puttanata: io potrei avere bisogni di una porta firewire, per esigenze PROFESSIONALI che non richiedono la potenza di un MB Pro. Ho preso un macbook 5 mesi fa e mi trovo benissimo (e grazie al cielo ho una porta firewire con cui attacco la scheda audio professionale che mi serve per suonare in giro), ma l’atteggiamento dei “pompinari” di Steve Jobs mi manda in bestia… come al solito una non-feature diventa una feature.

  • Massimo

    @ Alessandro:
    Assolutamente d’accordo con Alessandro! Ho una stonfa di hard disk esterni e almeno 3 interfaccie audio FW400 (3 da oltre 1000 euro l’una). Non mi sogno nemmeno di cercare degli adattatori da 400 a 800! Sono un professionista… non mi metto a sperimentare sulla mia pelle soluzioni che potrebbero rivelarsi delle sòle pazzesche! Volevo cambiare il portatile da 2,16 a 2,5 (ci sono delle offerte ottime in giro) ma l’aver tolto la FW400 è un enorme pecca! Oltretutto sono davvero poche le periferiche affidabili sotto FW800! Rimango al vecchio Tiger e al 2,16!!!

    Assolutamente freno a mano tirato.
    Che sfiga: ogni volta ce n’è una.

  • giacomo

    La Apple è in malafede basta confrontare le due fotogallery per capire come hanno omesso completamente di fare vedere le porte sul lato sinistro.

  • Alessandro

    @ Massimo

    ho provato i cavi adattatore 800/400 della belkin e pare che non creino problemi di nessun tipo, basta non dimenticarseli quando si è in giro… il connettore a 8 poli in effetti è più affidabile e contiene all’interno anche le connessioni del vecchio 6 poli, forse è per questo che lo hanno mandato in pensione sul macbook pro…
    ricordatevi che noi siamo indietro rispetto ad Apple… (cmq per me 2 connettori facevano sempre comodo, io ho ancora il primo Powerbook nero G3 con Firewire e ha 2 porte!)

  • Matteo

    Scusate.. mi sembra di aver letto che alla fine del KeyNote a quanto pare, Steve e la sua banda hanno risposto a un po’ di domande di carattere tecnico e non fatte dai vari giornalisti.. Possibile che nessuno gli ha chiesto che fine ha fatto la Firewire?? Su qualche sito americano avete letto qualcosa a riguardo?

  • Alessandro

    @ Matteo

    secondo me se qualcuno ha detto qualcosa non è stato riportato…

  • Se proprio serve una firewire, ci sono sempre gli Hub Combo USB/Firewire. Certo non è proprio la stessa cosa di una firewire diretta, ma non è neanche una soluzione così drammatica se l’alternativa a spendere pochi ero per un hub è comprarsi una videocamera nuova o spendere un putiferio di più per un MacBook Pro.

    Per chi è firewire-dipendente e ha tante periferiche, resta solo il pro e l’adattore 800-400, anche perchè non ha senso usare un computer come il MacBook se si fa SERIAMENTE video editing a livello professionale: è come andare in pista con una 500 di serie…

  • Pingback: Steve Jobs: la FireWire su MacBook non serve - TheAppleLounge()

  • Trashadow

    GENTE! Ma nessuno conosce questo? (tra l’altro è sullo store Apple!)

    http://store.apple.com/it/product/TE288ZM/A?fnode=MTY1NDEyMQ&mco=MjU0Mzgx#overview

  • Riccardo

    Il prodotto sopra si collega con una usb e una firewire, dandotene altre 4 Usb e 2 Firewire…. quindi non risolve il problema.
    Se lo colleghi al Mac solo via USB, ti funzionano solo le espansioni Usb.
    Provato e testato…
    E’ la prima volta che Apple mi delude… :(

  • fabio

    ciao a tutti, volevo sapere come posso fare per portare un video minidv sul mb senza fw ciao grazie

  • Matteo

    Per il momento non c’è possibilitá e forse non ci sarà mai :( mi dispiace!!
    È una scelta per me tuttora inconcepibile..
    La prossima settimana farò finalmente l’acquisto del nuovo MacBook white con nvidia e FireWire!!!

  • fabio

    mi sapete dire quali videocamere sono compatibili con mc grazie

  • fabio

    ciao qualcuno mi sa dire quali videocamere posso usare nel macbook senza firewire grazie

  • paolo

    quindi l’unica soluzione che ho per editare sul mio nuovo macbook e’ acquisire con un altro computer tramite FW, passsare il tutto su un HD esterno (USB) e lavorare da li’?

  • fabio

    qualcuno mi sa dire che videocamera posso acquistare da usare con il mio macbook , grazie

  • Alessandro

    @ fabio: Sicuramente non una mini-dv: o una camera con HD o con card mini-SD che si può connettere via USB trasferendo i file mpeg dalla telecamera in poco tempo (in alternativa si può collegare un lettore di card) il mini DV è uno standard che andrà a scomparire sui prodotti consumer, da qui forse la decisione di Apple di levare la firewire sui macbook!

  • sandro62

    dopo avere preso la fregatura di un mac senza firewire mi sono arrangiato così:

    1) passo il contenuto della mia cassetta DV da videocamera a HD esterno via firewire tramite PC con Windows Vista;

    2)passo il filmato da HD esterno a mac e me lo lavoro con iMovie.

    ;-) ciao a tutti.

  • michele

    ciao..avevo deciso di comprare un macbook..ma l’assenza di firewire mi ha fatto desistere:(
    volevo sapere se il problema si risolverebbe usando un hub usb7firewire alimentato?
    grazie

  • sandro62

    @ michele:
    ciao Michele, il MacBook bianco ha ancora la firewire 400, mentre per il modello in alluminio non c’è nulla da fare: firewire morta! Niente adattatori, niente scorciatoie, niente di niente. Fine.

    Il MacBook Pro invece ha solo la firewire 800, ma ci sono gli adattatori, anche se io personalmente non li ho testati.

    La firewire nel mondo mac rimarrà solo nei modelli di fascia alta, perché destinata all’uso professionale.

    Ciao
    sandro62