SMS ed MMS su iPad? Ora si può con SwirlyMessage

di Antonino Cartisano 7

SwirlyMessage per iPad

I ragazzi “terribili” di SwirlySpace, come ricorderete, venuti alla ribalta dopo aver portato per primi (ancor prima di iPhone Os 3.0) la messaggistica MMS su iPhone jailbreaked grazie a SwirlyMMS, sono riusciti a replicarsi. Questa volta però l’oggetto del loro duro lavoro è  stato l’iPad. Se ne parlava già da tempo e puntualmente non hanno tradito le attese: inviare e ricevere SMS o MMS su iPad 3G non è più una chimera.

Magari molti di voi già pregustano il jailbreak leggendo la notizia, altri penseranno che sia inutile e controproducente, ma è un dato di fatto che quella degli SMS, assieme alla mancanza del “modulo telefono” era una delle feature che almeno una parte degli utenti si aspettava di trovare su iPad. Grazie a SwirlyMessage, da poco disponibile su Cydia Store (lo store delle app “ribelli”) al costo di 12$, almeno una delle due carenze è soddisfatta: finalmente possiamo inviare e ricevere direttamente da iPad 3G jailbreaked messaggi SMS o MMS sfruttando la micro-sim (che in ogni caso deve essere abilitata allo scopo, come quella di Tre) tramite la normale rete gsm.

Ecco alcune delle numerose feature di SwirlyMessage:

  • Inviare e ricevere SMS
  • Inviare e ricevere MMS contenenti immagini, video, audio, testo e altro…
  • Inviare SMS e MMS gratis ai possessori di SwirlyMessage e SwirlyMMS grazie a SwirlyNet
  • Lettura dei video 3gp
  • Registrazione Audio
  • Salvare i file audio ricevuti (mp3, amr, caf, e altro) e impostarli come i suoni di SwirlyMessage
  • Tutti i messaggi verranno salvati nei backup di iTunes
  • Personalizza i suoni di SwirlyMessage
  • Emulazione UserAgent (SwirlyMessage iPhone, Apple iPhone, Motorola V360, Nokia N73, Nokia N95, SonyEricsson W800i, e Samsung Black Jack 2)
  • Cartelle separate Ricevuti, Inviati, In Uscita, Cancellati e la possibilità di salvare i messaggi
  • Localizzazione GPS

Una buona notizia dunque, che sicuramente renderà più interessante il gioiellino di casa Apple agli occhi dei pochi scettici ormai rimasti. Chissà se la disponibilità di questa app convincerà qualcuno della “necessità” del Jailbreak. Io un pensierino ce lo sto facendo, e voi?