iPhone 5s VS Google Nexus 5: due super-smartphone a confronto




iPHone-5s-VS-Nexus-5

Mettere a confronto iPhone 5s con il nuovo Nexus 5 di Google (prodotto da LG) non è un’impresa semplice. Per quanto rivestano entrambi il ruolo di terminali top di gamma per le piattaforme iOS e Android, rimane difficile decretare la superiorità del l’uno o dell’altro a partire da un semplice elenco di specifiche tecniche.
Abbiamo cercato di raccogliere tutte le informazioni necessarie a confrontare al meglio i due dispositivi, ma con la consapevolezza che l’esperienza utente (quella che davvero fa “vincere” l’uno o l’altro smartphone) è maggiore della somma delle caratteristiche tecniche o delle specifiche di ciascun dispositivo.

iPhone 5s e Nexus 5: specifiche a confronto

Partiamo con il più semplice degli indicatori. Sono sempre meno gli utenti che oggi acquistano uno smartphone sulla base delle prestazioni “secche” del dispositivo.
I componenti dell’iPhone 5s e quelli del Nexus 5 di Google contribuiscono solo in parte a definire davvero le caratteristiche dei due smartphone.
Ciò nonostante, per i nostalgici dell’era PC in cui si ragionava in GHz e capacità della RAM, e per tutti coloro che sono interessati “secco” sul fattore di forma ed altre caratteristiche fisiche dei due dispositivi, ecco una tabella di confronto diretto.

 Apple iPhone 5s  Google Nexus 5
Software iOS 7 Android 4.4 KitKat
Dimensioni 123.8 x 58.6 x 7.6 mm 137.84 x 69.17 x 8.59 mm
Peso 112g 130g
Materiali Alluminio – vetro Plastica
Colorazioni Grigio siderale, Oro, Argento Bianco, nero
Display
Dimensioni 4 pollici 5 pollici
Risoluzione 640 x 1136 pixel 1080 x 1920 pixel
Densità pixel 326 ppi 445 ppi
Tecnologia LCD IPS LCD IPS
Hardware
SoC Apple A7 a 64-bit Qualcomm Snapdragon 800
MSM8974
Freq. Processore Dual Core, 1300MHz Quad Core, 2260Mhz
Processore grafico PowerVR G6430 Adreno 330
Memoria 1024MB RAM 2048 MB RAM
(Dual Channel, 800MHz)
Storage 16GB 16GB
Fotocamera
Megapixel 8 8
Apertura massima F2.2 F2.4
Flash Dual LED LED
Caratteristiche Sensore retroilluminato
Auto-focus, touch to focus
Stabilizzazione digitale,
Riconoscimento volti,
Burst mode, Zoom Digitale,
Geo tagging,
HDR, Panorama
Sensore retroilluminato
Auto-focus, touch to focus
Stabilizzazione ottica,
Riconoscimento volti,
Controllo ISO,
Bilanciamento del bianco
con preset,
Burst mode, Zoom Digitale,
Geo tagging,
HDR, Panorama,
Scene, Timer
Video 1920×1080 (1080p HD) – 30fps 1920×1080 (1080p HD) – 30fps
Video Slow-mo 1280×720 (720p HD) – 120fps
Caratteristiche Stabilizzazione digitale,
Foto durante la ripresa
Stabilizzazione ottica,
Video light
Fotoc. frontale 1,2 Megapixel 1,2 Megapixel
Video frontale 1280×720 (720p HD) 1280×720 (720p HD)
Batteria
Tipo batteria Li-Ion 1570 mAh Li-Polimeri 2300 mAh
Durata – voce (3G) 10 ore 17 ore
Standby 250 ore 300 ore
Riproduzione audio 40 ore 60 ore
Riproduzione video 10 ore
Navigazione Web (LTE) 8 ore 7 ore
Navigazione Web (Wi-Fi) 10 ore 8,5 ore
Carica Wireless integrata
Connettività
Connessione Dati LTE, HSDPA+ (4G), HSUPA,
UMTS, EDGE, GPRS
LTE, HSDPA+ (4G), HSUPA,
UMTS, EDGE, GPRS
Bluetooth 4.0 4.0
Tipo SIM nano micro
Wi-Fi 802.11 a,b, g, n, n 5GHz 802.11 a,b, g, n, n 5GHz
HDMI tramite micro USB
Porte Lightning micro USB
Prezzo
16GB 729 € 349 €
32GB 839 € 399 €
64GB 949 €

iPhone 5s e Nexus 5, confronto della velocità

Come si traducono in termini di risultati le caratteristiche di cui sopra? Qual’è lo smartphone che dà la maggior sensazione di “velocità” e “responsiveness”, come dicono gli inglesi?
E’ la domanda da un milione di dollari. Stiamo parlando di un confronto fra pere e mele perché la velocità del dispositivo dipende, in larga parte, dal software. Si potrebbe quindi disquisire ore sul livello di ottimizzazione di Android per questo specifico dispositivo, rispetto all’ottimizzazione (superiore, secondo molti) di iOS su iPhone 5s.
Phonebuff ha provato a mettere a confronto i due smartphone testando operazioni simili, con risultati che “dicono e non dicono”. Nel complesso iPhone 5s appare più veloce ed esce vincitore dalla sfida. Si potrebbe dire che il Nexus, per contro, offre uno schermo più grande (5“) in full HD, più ”esigente“ dello schermo Retina da 4” dell’iPhone 5s, ma è pur vero che questa non può essere una giustificazione, visto che non è di un prototipo che stiamo parlando, ma di un prodotto finito e regolarmente in vendita.

Punti di forza e punti deboli

Al di là del possibile giudizio sulla superiorità di questo o quel dispositivo che ci si possa formare da questo confronto, iPhone 5s e Nexus 5 hanno ciascuno punti deboli e punti di forza.
Nel comparto fotografico iPhone 5s è imbattibile, ad esempio, sia per funzionalità (con la modalità slow-motion a 120 fps) sia per qualità dell’immagine. Il Nexus 5 “eredita” un tallone d’Achille di tutta la serie, anche se con sensibili miglioramenti rispetto al passato.




Diametralmente opposto il vantaggio del Nexus in termini di prezzo. 349€ per la versione da 16GB del Nexus vanno confrontati con i 729€ del modello base di iPhone 5s.
Anche in questo caso si potrebbe discutere per ore del perché di questa differenza (Google ci va praticamente pari e punta all’acquisizione di una user base; Google sfrutterà le informazioni personali degli utenti per ricavare ulteriore profitto, mentre Apple ottiene un profitto diretto dalla vendita dell’hardware, tanto per dirne due) ma quel che vede il cliente è una differenza oggettiva di 380€. Quella di Google potrà essere pure una strategia suicida o non molto “chiara”, ma è indubitabilmente una strategia di prezzo particolarmente efficace.

Non sono fra coloro che considera un vantaggio schiacciante la grandezza dello schermo del nuovo Nexus 5. Per il semplice motivo che il telefono è enorme. Va bene la qualità dello schermo, ma va considerata anche la dimensione media di una tasca e l’ergonomia.
Personalmente (e dunque il giudizio è soggettivo) continuo a preferire la maneggevolezza dell’iPhone 5s.

Android VS iOS

A conti fatti, mettendo nell’equazione il prezzo e le altre caratteristiche, la scelta si riduce ancora una volta all’annosa diatriba: è meglio iOS o è meglio Android? Quale dei due ecosistemi è più adatto alle esigenze di ciascuno?
Chi si inalbera in filippiche sulla natura Open di Android dimostra di non considerare parecchi aspetti della natura del prodotto Google e sembra spesso propenso a sorvolare su certi aspetti foschi e ben poco chiari quali la privacy, la gestione dei dati personali, il business model che punta ad un integrazione forzosa in un ecosistema di servizi funzionali alla generazione di “consumatori di pubblicità online”.

Per un confronto più diretto fra le funzionalità e l’esperienza d’uso di Android e iOS vi rimando alla serie di articoli #iOStoAndroid, l’interessante esperimento sociologico condotto quest’estate dal nostro Lucio Botteri. Non era ancora disponibile Android KitKat, in quel caso, ma le basi rimangono immutate ed è un buon punto di partenza per provare a capire le differenze fra i due sistemi operativi mobili viste con l’occhio di un iOS user di lungo corso.

Per approfondire: