Installare applicazioni su Mac, la guida completa




Come si installa (e disinstalla) una applicazione su OS X? È una delle domande che fa con maggiore frequenza chi ha appena cominciato ad usare il sistema operativo di Apple. Contrariamente a quello che succede su Windows, ci sono tre modi diversi per installare una applicazione su OS X. In questo secondo capitolo della nostra guida Primi Passi su Mac vi spieghiamo quali sono.

Launchpad

Schermata 2014-03-07 alle 17.50.54

Launchpad è una funzione di OS X che vi permette di visualizzare tutte le applicazione installate su Mac in una collezione di schermate simili a quelle di iOS. Per accedere a Launchpad, selezionatene l’icona sul Dock.

Installare_app_Launchpad_icona

Per scorrere tra una schermata e la successiva in Launchpad, trascinate con il mouse in un punto qualsiasi della schermata, o scorrete con due dita se usate un trackpad. Per cambiare posizione ad una icona, tenete cliccato per qualche istante su di essa. Tutte le icone di Launchpad cominceranno a muoversi. Ora potrete trascinare una icona qualsiasi in una nuova posizione, selezionandola e tenendo premuto con il mouse mentre la spostate. Trascinando una icona sull’altra potrete anche creare delle cartelle per raccogliere diverse applicazioni.

Installare_app_ricerca_launchpad

Se le icone dovessero diventare troppe, la barra nella parte alta dello schermo vi permette di eseguire rapidamente una ricerca tra le app installate. Chi di voi ha già utilizzato un iPad o un iPhone, non avrà problemi a ritrovare in Launchpad le stesse funzioni disponibili sulla home dei dispositivi mobili di Apple.

Installare da Mac App Store

Mac App Store è il negozio digitale di Apple che ospita una grande varietà di applicazioni (gratuite e pagamento) per il vostro Mac. Per accedere a Mac App Store avete bisogno di un Apple ID, ovvero un account Apple. È probabile che ne abbiate creato uno durante il primo avvio del vostro Mac, nel processo di attivazione.

Installare_app_icona_app_store

Per lanciare App Store dovete selezionare l’icona dell’applicazione nel Dock. Verrete accolti da una schermata dove vi saranno mostrate le ultime applicazioni disponibili e quelle degne di maggiore nota. Potete selezionare una applicazione da qui, oppure navigare le sezioni di Mac App Store tramite le icone disponibili nella parte alta della finestra. Se conoscete già il nome dell’applicazione che state cercando, o volete qualcosa in particolare, potete effettuare direttamente una ricerca utilizzando la casella nell’angolo in alto a destra.

Installare_app_app_store

Immaginiamo di voler scaricare l’applicazione ufficiale Twitter per Mac. Scrivo nella barra della ricerca il nome dell’applicazione. Mi vengono mostrati i risultati di questa ricerca. L’applicazione che voglio installare è il primo risultato.

Installare_app_ricerca_twitter

Cliccando sull’icona dell’applicazione mi viene mostrata una pagina con i dettagli dell’app (peso, lingue e ultimo aggiornamento) oltre ad alcuni screenshot e ai commenti degli acquirenti. In alto a sinistra, sotto l’icona, è presente il pulsante che mi permette di installare l’applicazione.

Installare_app_twitter_app_store

In questo caso c’è scritto Gratis, perché l’applicazione è gratuitamente disponibile. Se fosse stata a pagamento, il pulsante avrebbe riportato il prezzo per il download.

Installare_app_accesso_app_store

Cliccando sul bottone, questo diventa verde, riportando la scritta Installa l’app. Premendo il pulsante vi sarà chiesto di inserire il vostro Apple ID e la vostra password. Inserite i dati richiesti e selezionate Accedi. App Store vi avviserà dell’installazione in corso e del termine dell’installazione tramite il pulsante di acquisto.

Installare_app_launchpad_icona_twitter

Per aprire l’applicazione, potete visitare la cartella Applicazioni nel Finder oppure accedere a Launchpad. Le applicazioni scaricate (o acquistate) tramite App Store sono univocamente abbinate al vostro Apple ID. Questo significa che non potrete copiarle su una chiavetta e passarle ad un amico. Inoltre le applicazioni installate tramite App Store sono certificate da Apple. Questo significa che nel codice delle app non troverete virus o malware che potrebbero danneggiare il vostro Mac o rappresentare un rischio per la vostra privacy.

Disinstallare Applicazioni Installate con App Store

Disinstallare una applicazione installata con App Store è un gioco da ragazzi. Accedete a Launchpad e tenente cliccato su una icona. Le icone cominciano ad oscillare. Ora potete non solo spostarle, ma disinstallarle. Notate infatti che le applicazioni installate tramite App Store hanno una piccola icona con una x nell’angolo in alto a sinistra. Premendo la x, l’applicazione viene disinstallata dal vostro Mac.

Installare_app_cancellare_twitter

Se vorrete installare nuovamente l’applicazione, non dovete fare altro che tornare sulla pagina di App Store dalla quale l’avete scaricata per la prima volta. E se avete pagato, non temete. L’applicazione vi appartiene. Questo significa che la seconda volta (e tutte le volte successive) la potrete scaricare gratuitamente inserendo Apple ID e password.

Installare_app_app_store_acquistate

Premendo il pulsante Acquistate nella barra di App Store, potrete vedere una lista di tutte le applicazioni che avete scaricato tramite App Store, e avviarne immediatamente il download.

Installare_app_app_store_aggiornamenti

Cliccando su Aggiornamenti, vedrete invece le applicazioni già installate sul vostro computer che possono essere aggiornate. In questo modo potete aggiornare anche OS X.




Installare Applicazioni con Trascinamento

App Store non è l’unico modo per installare una applicazione su OS X. È anche possibile scaricare programmi dalla rete. Immaginiamo, ad esempio, di voler installare VLC, il celebre riproduttore di contenuti multimediali che permette di aprire qualsiasi formato di file video.

Installare_app_sito_VLC

Sul sito di VLC, premiamo il pulsante Download VLC e attendiamo che il download sia completato. Safari, il browser di OS X, salva automaticamente il file scaricato nella cartella Download, che si trova a sinistra del cestino nel Dock.

Installare_app_dmg_vlc

Il file scaricato avrà un’icona come questa. L’estensione del file è .dmg. Se aprite questo file, OS X genera automaticamente un disco virtuale. Per il vostro Mac è come se aveste inserito un drive USB. Di fatto non c’è niente di collegato al computer. Finder, però, riconoscerà comunque un drive come se fosse collegato al computer, e ve lo mostrerà nella barra laterale sotto la categoria Dispositivi, mostrandovene automaticamente il contenuto.

Installare_app_drive_virtuale

All’interno di questo Volume trovate l’icona di VLC. L’applicazione può essere lanciata direttamente da qui.
Ma attenzione: così facendo non avrete realmente installato l’app.
La starete solo facendo girare tramite questo drive virtuale. Per installare l’applicazione dovrete trascinarne l’icona all’interno della cartella applicazioni.

La maggior parte delle applicazioni che potete scaricare contiene, nel drive virtuale, un‘Alias della cartella applicazioni. Quest’ultimo è un collegamento diretto alla cartella applicazioni del vostro Mac. Per installare VLC, quindi, sarà sufficiente trascinare l’icona sull’Alias Applications presente nel drive virtuale. L’Alias ha l’aspetto di una normale cartella, con l’aggiunta di una freccia nera nell’angolo in basso a destra che indica il fatto che questa non è la vera cartella Applicazioni, ma solo un riferimento a quest’ultima.

Installare_app_drive_vlc

Questa installazione “per trascinamento” è quella utilizzata con maggiore frequenza in OS X. Come vedete, contrariamente a quello che succede con Windows, non è necessario passare per un programma di installazione che sparge frammenti del software nel computer. L’icona dell’applicazione è un pacchetto che contiene tutta l’applicazione. Trascinando la cartella in Applicazioni avete installato il software.

Installare_app_espellere_drive

Una volta terminata l’installazione, potete espellere il disco virtuale (come se doveste espellere un normale drive USB) trascinandone l’icona sul cestino o premendo l’icona eject in Finder. Una volta espulso il disco virtuale, potete trascinare nel cestino anche il file .dmg che lo ha generato e che abbiamo scaricato dal sito di VLC.

Disinstallare Applicazioni con Trascinamento

Le applicazioni installate con trascinamento compaiono come le altre in Launchpad. Queste, però, non possono essere cancellate come abbiamo visto per quelle installate tramite Mac App Store.
Se volete disinstallare una applicazione installata con trascinamento, dovrete trascinare l’icona dell’applicazione dalla cartella applicazioni nel cestino. Insomma, l’applicazione va disinstallata nello stesso modo in cui è stata installata: Rimuovendola dalla cartella applicazioni per trascinamento.

Utility per la Disinstallazione

Siccome le applicazioni installate per trascinamento sono contenute in un solo pacchetto (rappresentato dall’icona dell’applicazione) cancellare l’applicazione trascinandola nel cestino elimina buona parte del software. È però possibile che l’applicazione abbia creato file in altre posizioni sul computer (solitamente file di pochi kb che contengono riferimenti alle impostazioni del software). Se state disinstallando un gioco, per esempio, è probabile che da qualche parte sul computer siano stati installati dei salvataggi che non saranno cancellati trascinando l’app nel cestino.

Esistono applicazioni come App Cleaner o App Zapper che permettono proprio di rintracciare ogni file generato da una applicazione e salvato sul computer. In genere si tratta di file leggeri e di scarso interesse, dei quali potete evitare di preoccuparvi.

Installare Applicazioni con Wizard di installazione

Il terzo modo per installare una applicazione non è molto diverso da quello che accade in Windows. Solo un minimo numero di applicazioni viene installato in questo modo, e si tratta in genere di software che devono in qualche modo interagire in profondità con OS X.
Queste applicazioni non possono essere trascinate direttamente nella cartella applicazioni, ma vengono installate tramite un Wizard per l’installazione, completo di processo guidato un po’ come accade con il sistema operativo di Microsoft.

Installare_app_icona_wizard

L’icona del pacchetto di installazione, una volta scaricata, appare come una scatola di cartone da cui esce un cubo giallo trasparente.
Aprendo questo file, si viene accolti da un procedimento guidato che installerà per voi l’applicazione. A un certo punto, durante l’installazione, vi potrebbe essere chiesto di inserire la password del Mac.

Installare_app_wizard

Fate attenzione. Inserendo la password state consegnando al programma che state installando i permessi che gli permettono di accedere ad OS X. Se il programma non arriva da una fonte sicura è possibile che contenga un malware. I maggiori casi di infezioni da malware informatici registrati su Mac arrivano da installer insicuri a cui gli utenti hanno dato il permesso di accedere a OS X con un procedimento analogo a questo.
Se il software che state installando proviene da una fonte sicura non avrete comunque nulla di cui preoccuparvi.

Disinstallare Applicazioni con Wizard

Anche le applicazioni installate con Wizard compaiono in Launchpad, ma non possono essere cancellate da lì. Non solo:  sarebbe buona norma non disinstallare queste applicazioni tramite il trascinamento nel cestino.
Le applicazioni installate con un Wizard solitamente possiedono un Wizard analogo per la disinstallazione. Queste app vengono generalmente salvate nella cartella Applicazioni in sottocartelle dedicate. All’interno della sottocartella di una applicazione cercate il Wizard apposito per cancellare l’app.

Installare_app_uninstaller

Perché l’Applicazione non Parte?

Avete installato una applicazione per trascinamento o tramite Wizard, e ora il vostro Mac si rifiuta di farla partire. Per quale ragione? Apple ha inserito in OS X un sistema che controlla l’origine di una applicazione. Se lo sviluppatore dell’applicazione è stato certificato da Apple, questa partirà senza problemi. È quello che succede anche per le app scaricate da App Store, che partiranno senza fare storie.
Se però lo sviluppatore che ha creato l’applicazione non ha ricevuto una certificazione da Apple, OS X eviterà di lanciare il software. Se siete certi di quello che state facendo, e siete sicuri che l’applicazione che state per lanciare provenga da una fonte affidabile, potete comunque ordinare al vostro Mac di avviare una applicazione installata da una fonte non certificata.

Installare_app_mela_preferenze

Per farlo andate nel menu Mela dalla barra dei menu e aprite Preferenze di Sistema. Qui selezionate Sicurezza e Privacy. Per modificare le impostazioni sulla sicurezza del computer, dovrete prima identificarvi. Premete il lucchetto nell’angolo in basso a sinistra della finestra, e inserite la password del vostro Mac.

Installare_app_modifiche_disabilitate

Ora, sotto Consenti app scaricate da, selezionate Ovunque. In questo modo potrete lanciare senza problemi qualsiasi applicazione scaricata dalla rete, sia che provenga da App Store, sia che provenga da uno sviluppatore certificato, sia che abbia origine ignota per Apple.

Installare_app_scaricate_da_ovunque