Chi è Luca Maestri, l’italiano al vertice di Apple




Il CFO è il Chief Financial Officer: in italiano useremmo la definizione direttore finanziario. Il CFO, potremmo dire, è colui che possiede le chiavi del tesoro e ha il compito di prendere le decisioni relativa alla direzione economica e finanziaria di una compagnia.
E’ proprio questo il ruolo che assumerà a settembre in Apple l’italiano Luca Maestri, già dipendente di Cupertino dal mese di Gennaio 2013. Dal prossimo Giugno comincerà a sostituire Peter Oppenheimer, attuale CFO che a Settembre lascerà definitivamente la compagnia della Mela.
Vale quindi la pena capire meglio chi è Luca Maestri: in questo articolo ne ripercorriamo la biografia e i passaggi che lo hanno portato, nel corso di una carriera venticinquennale, a ricoprire una delle posizioni in assoluto più importanti nel mondo della tecnologia di oggi. Un percorso che nasce a Roma quarantanove anni fa e, passando per la LUISS, General Motors, Nokia Siemens Network e Xerox,  arriva ai vertici del civico 1 di Infinite Loop.

chi è luca maestri cfo apple

Dalla LUISS a Xerox

Luca Maestri è nato a Roma quarantanove anni fa. Parla fluentemente tre lingue, l’italiano, l’inglese e il portoghese, e si è laureato in economia presso l’università privata LUISS. Dopo la laurea si perfeziona con un master a Boston, uscendo dall’Italia per non tornarvi praticamente più (professionalmente parlando).

Poco dopo è cominciato quello che ha rappresentato il capitolo più lungo della sua carriera lavorativa, l’esperienza in General Motors, dove ha offerto le sue conoscenze nell’ambito finanziario facendo da ponte e curando le relazioni fra tre continenti: America, sia del nord che del sud, Europa e Asia. Tra le fila del gigante dei motori, Maestri ha curato la join venture con Fiat e si è occupato soprattutto del rilancio dell’azienda nei paesi dell’America del Sud. Ed è stata proprio questa spiccata propensione ai rapporti internazionali, tra le altre cose, a rappresentare uno dei motivi che hanno spinto Tim Cook e tutta l’amministrazione Apple a scegliere lui per il ruolo di CFO.

Dopo vent’anni di esperienza alla General Motors nel 2008 Maestri passa alla joint venture tra la finlandese Nokia e la tedesca Siemens, dove svolge il ruolo di CFO. Dopo tre anni, nel 2011, cambia ancora multinazionale, e lo vediamo a ricoprire ancora il ruolo di CFO tra le fila di Xerox, il gigante statunitense delle stampanti e  fotocopiatrici, dove rimane fino al 28 Febbraio 2013.

Ursula Burns, CEO e presidentessa dell’azienda, spende parole di stima per il nostro Maestri, sottolineando come, anche grazie a lui, Xerox sia riuscita a trasformarsi in una grande società di servizi enterprise. “Ci ha aiutati a rinforzare la nostra base finanziaria, ed è una cosa che servirà sia al suo successore, sia nel lungo termine alla nostra compagnia e ai nostri investitori”, affermava la Burns all’interno del comunicato stampa che annunciava il cambio di CFO.
Ed è da quel momento, da quel 28 Febbraio 2013, che Luca Maestri approda ufficialmente alla Apple.




L’arrivo ad Apple

Maestri muove i primi passi all’interno della multinazionale di Cupertino nel ruolo di corporate controller, succedendo a Betsy Rafael. Dopo quasi un anno dall’inizio di quell’incarico, qualche giorno fa, arriva la conferma ufficiale: Luca Maestri è stato scelto per succedere a Peter Oppenheimer come chief financial officer, in un cambiamento che, a detta di Cook, era già nell’aria fin dall’arrivo dell’italiano a Cupertino:

“Luca vanta più di 25 anni di esperienza a livello internazionale nel settore del management finanziario, avendo tra gli altri ricoperto il ruolo di CFO in una compagnia pubblica, e sono certo che svolgerà un lavoro eccellente come CFO di Apple.”

Abbiamo incontrato Luca mentre eravamo alla ricerca di un corporate controller”, continua Cook, “e abbiamo capito subito che sarebbe stato un ottimo successore di Peter. Da quando ha cominciato a lavorare con noi, il suo contributo è stato importante e significativo, e si è guadagnato rapidamente il rispetto di tutti i suoi colleghi in Apple”.

luca maestri cfo apple

Ma insomma, cos’è stato che alla fine ha permesso a Maestri di arrivare così in alto, così in fretta? Sicuramente, il fattore che più di tutti ha giocato un ruolo chiave in questo traguardo è rappresentato, come già accennato, dalla sua esperienza internazionale.

Si laurea e parte subito per fare un master a Boston. Da lì comincia la sua carriera in General Motors, in cui ha l’opportunità di mostrare al mondo le sue capacità di mediazione tra stati e paesi e continenti anche diversissimi tra di loro: tra tutti quelli in cui ha lavorato, infatti, c’è la grande Asia, che, specialmente in questo periodo, rappresenta per Apple un sicuro investimento sul futuro (basti pensare a tutti i recenti movimenti tra Cupertino e l’enorme mercato cinese).

Venticinque anni di esperienza internazionale, quindi, sono bastati per garantirgli un posto da CFO in Apple (viene da chiedersi dove sarebbe, oggi, se avesse deciso di rimanere in Italia, ma questa è una domanda che attiene a tutt’altra riflessione…).

Maestri diventerà CFO di Apple durante il prossimo mese di Settembre, quando comincerà a prendersi ufficialmente cura di tutti i conti di Cupertino, nonché di quei famosi 160 miliardi di liquidità che l’azienda possiede.