Microsoft tenta il personale degli Apple Store

di Tiziano Dal Betto 13

ballmer-diavoletto

Microsoft vuole riprodurre il modello degli Apple Store per i suoi prodotti e sta quindi osservando attentamente quello prodotto da Apple, che è un modello di vendita di successo.

Tuttavia non si sta limitando ad osservare: quel diavoletto tentatore di Steve Ballmer sta offrendo ai dirigenti degli Apple Store aumenti considerevoli per passare alla concorrenza e in alcuni casi anche un rimborso dei costi di trasferimento.

Ma c’è di più.

Evidentemente il know how accumulato nell’arco degli anni dai dirigenti degli Apple Store fa gola alla Microsoft, che ha rivelato nel mese di luglio scorso di voler aprire dei negozi ispirati a quelli della Mela (e possibilmente adiacenti).

I dirigenti assunti al soldo dell’azienda di Redmond avranno poi anche il compito di convincere i migliori venditori dei prodotti di Cupertino ad abbandonare il loro posto di lavoro per occuparsi dei prodotti venduti da Microsoft.

Vengono offerte posizioni di rilievo e stipendi più alti.

A mio avviso questa mossa da parte di Microsoft è molto intelligente, in quanto ha il doppio vantaggio di arricchire il proprio patrimonio di risorse umane con personale valido e nel contempo di impoverire quello di Apple. Per una volta, quindi, Steve Ballmer ha azzeccato la mossa giusta.

microsoftstore

Image courtesy of Gizmodo

Microsoft ha presentato nel mese di luglio il progetto di quelli che saranno i suoi negozi, che, sulla carta, assomigliano tantissimo a degli Apple Store con prodotti Microsoft invece di quelli di Cupertino.

Tali negozi saranno decorati con gigantografie dei prodotti Microsoft e avranno lungo le pareti delle sezioni dedicate a Windows 7, alla PCTV e ai cellulari dotati di Windows Mobile. Al centro ci saranno invece dei tavoli contenenti i prodotti con la sezione Learn (Impara), Connect e Info.

Infine, i Microsoft Store avranno il Guru Bar, esattamente come gli Apple Store hanno il Genius Bar: è il posto nel quale portare il proprio computer quando ha problemi. Non invidio i futuri Guru.

Dev’essere il posto in cui devi portare il tuo computer affinché il Genius – oops, scusate, il Guru – liberi il sistema dai virus e dai malware – afferma Jim Dalrymple di The Loop. Sono sicuro che ci siano anche altri utilizzi per i Guru, come ad esempio riparare tutti quei diabolici problemi coi driver e deframmentare gli hard disk.

Mi chiedo perché Microsoft sia così impegnata a proteggere (Genuine Advantage) l’originalità dei suoi prodotti quando poi di idee originali non ne ha.

[Via | The Loop]