iOS 7, tabella delle compatibilità delle features per tutti i dispositivi

di Andrea "C. Miller" Nepori 104

Come sempre in occasione della presentazione di una nuova versione di iOS 7 si pone il problema della “legacy”. A questo giro ci sono buone notizie per i possessori di dispositivi non troppo recenti.
Gli iPhone 4, in particolare, rimangono della partita, e così ovviamente gli iPhone 4S. Buone notizie anche per chi usa ancora un iPad 2, sebbene per tutti e tre i dispositivi non saranno disponibili tutte le varie caratteristiche.
A questo scopo – capire meglio cosa funzionerà su quali dispositivi – ho preparato una tabella delle compatibilità di iOS 7 relativa alle principali funzionalità introdotte lunedì durante il keynote.

Clic sull'immagine per ingrandire
Clic sull’immagine per ingrandire

Al momento non è dato sapere se altre caratteristiche di iOS 7, fra quelle non ancora pubblicizzate, non funzioneranno allo stesso modo su tutti i dispositivi.
Il quadro per adesso è confortante: le principali problematiche di compatibilità arrivano dai filtri fotografici, non disponibili in modalità ripresa su iPhone 4, iPhone 4S e tutti gli iPad e da AirDrop, funzionalità di scambio file che si potrà usare solo su iPhone 5, iPod touch di ultima generazione, iPad mini e iPad di 4a generazione.

Nella tabella non ho inserito Siri, perché la disponibilità generale rimane la stessa di iOS 6: l’assistente virtuale è disponibile da iPhone 4S in su e sugli iPad da 3a generazione in su, iPad mini compreso.
Le nuove voci saranno disponibili solamente negli U.S.A, in UK, in Germania e in Francia.

Per adesso questa tabella di compatibilità è quanto di meglio sia riuscito a ricavare dalle informazioni ufficiali. Magari più avanti sarà possibile aggiornarla con altre indicazioni. In quel caso la ripubblicherò con le novità inserite.

Se notate qualche errore nella tabella o avete qualche dubbio non esitata e farlo presente nei commenti.

P.s. Potete prendere la tabella per ripubblicarla dove più vi pare e piace, ma mi raccomando, in modalità “attribution share alike”. Ovvero, usatela come vi pare ma attribuite la paternità a TheAppleLounge con un link a questo articolo.