ProxToMe, l’app gratuita per condividere file e fare amicizia con chi è vicino a noi

di Giuseppe Benevento Commenta

In occasione del concerto dei Kasabian organizzato da Casa Bacardi a Milano e che si è tenuto nei giorni scorsi, sono venuto a conoscenza di una app gratuita per iOS (ma disponibile anche per il “robottino”) che mi ha colpito. Il suo nome è ProxToMe e serve a condividere contenuti multimediali con chi è vicino a noi nel raggio di circa 80 metri.


ProxToMe, Discover People, Share Stuff (Logo) - TheAppleLounge.com
Un’applicazione che non sfrutta il GPS, ma un motore proprietario salvaguardando così la batteria del dispositivo di turno. Oltre alla condivisione, poi, può far conoscere nuova gente con cui iniziare rapporti di amicizia.

ProxToMe è un’applicazione che ha un cuore italiano (è realizzata da un team che si divide tra l’Italia e gli U.S.A.) e che nasce dall’idea di condividere contenuti prodotti durante un evento (piccolo o grande che sia) con tutti i presenti a noi vicini purché dotati, ovviamente, dell’applicazione sul loro dispositivo. Un modo, ad esempio, per creare un contatto diretto tra artisti (ad esempio DJ, musicisti, ecc.) e pubblico; un’applicazione con cui rendere social e interattivo uno spettacolo e tenere traccia dei fan. Più semplicemente, potrebbe anche essere usata durante una riunione di lavoro per condividere materiali o al pub o in qualsiasi altro posto.

Un’applicazione come questa, però, offre anche e soprattutto la possibilità di fare nuove amicizie. Rilevando chi ci è vicino si potrebbe iniziare un’interazione con qualcuno intorno a noi con cui poi si potrebbe continuare a restare in contatto. Ovviamente l’interazione deve essere accettata da entrambi gli attori e non c’è possibilità di infastidire gli altri o essere infastiditi.

Il funzionamento dell’app è piuttosto semplice. Ci si autentica tramite il proprio account Facebook (non è possibile alcun altro tipo di login se non tramite il noto social network) e si connette all’app il proprio account Dropbox (il noto servizio di storage nella nuvola). I file qui contenuti non sono accessibili da alcuno. È l’utente a decidere se e cosa condividere con i propri contatti. E, ovviamente, non c’è limite al tipo, al numero e alla dimensione dei file da condividere (se non le limitazioni dettate dallo spazio disponibile sul proprio Dropbox). Una volta nell’app, si può interagire con gli amici di Facebook o vedere chi ci è vicino entro il raggio di circa 80 metri visionandone anche il profilo Facebook, fare amicizia, chattare e scambiare file. I contenuti condivisi non passano da dispositivo a dispositivo, ma Dropbox a Dropbox. Il passaggio di dati avviene via cloud. Questo significa risparmio di spazio sul dispositivo e una velocità di condivisione pressoché istantanea oltre che risparmio di batteria. Si può creare una lista dei propri contatti preferiti di ProxToMe e, in qualsiasi momento, anche bloccarli se si decide di interrompere con loro ogni rapporto. Riassumendo, l’app è una chat, uno strumento per fare nuove amicizie con chi ci è intorno e mantenere i contatti anche una volta fuori dal raggio di azione di ProxToMe e un modo per condividere in tempo reale ogni tipo di file caricato su Dropbox.

L’applicazione, insomma, ha del potenziale per conquistare la piazza. Usa, poi, Dropbox e non mi stupirebbe se prima o poi il colosso della cloud decidesse di regalare spazio gratuito a chi usa questa app.

L’unico aspetto che non mi convince pienamente è che sia “limitata” ai soli possessori di un account Facebook e Dropbox (anche se al giorno d’oggi sono davvero in pochi a non avere Facebook e Dropbox). Magari, però, con le prossime versioni il team di sviluppo potrebbe integrare anche qualche altro metodo di accesso (Twitter, linkedin, GMail, ecc.). Staremo a vedere.

Ora a voi la parola. Provate l’app (è gratuita), se vi va, e diteci nei commenti o sui nostri canali social cosa ne pensate.

ProxToMe
Peso: 4 MB
Prezzo: Gratis
Download da App Store