9 giochi gratis provati su Apple TV [Video gameplay]

di Lucio Botteri Commenta

Avete visto la nostra recensione della nuova Apple TV? Dopo averla recensita, ho voluto provare l’esperienza (casual) gaming che offre gratuitamente, installando e giocando a 9 giochi che ho trovato tra i consigliati da Apple, in quanto l’App Store su Apple TV non offre ancora le classifiche e la possibilità di navigare tra le categorie. Quelle che vedrete nel video sono le mie primissime impressioni, è un video fatto molto di getto quindi non aspettatevi recensioni o opinioni approfondite, è più che altro un “let’s play”. Fatemi sapere cosa ne pensate e, mi raccomando, iscrivetevi al nostro canale YouTube.


1 – Jetpack Joyride

Questo gioco non ha davvero bisogno di presentazioni, ha avuto un grande successo su iOS e se avete un iPhone probabilmente ci avete già giocato almeno una volta. Se non fosse così, si tratta di un casual game (come quasi tutti quelli di cui parleremo oggi) a scorrimento orizzontale, dalla grafica retrò-ma-non-troppo, che riprende la modalità di gioco di titoli come iCopter (ve lo ricordate?): schiaccia il touchpad per prendere quota, rilascialo per scendere. Raccogli le monete, evita gli ostacoli, accumula bonus, e, naturalmente, se vuoi qualcosa in più, paga! Eh sì, tutti questi giochi gratis hanno il loro lato oscuro: l’in-app purchase. Nulla di drammatico, sono comunque godibili senza spendere un centesimo, ma chi vuole qualcosa in più può mettere mano al portafogli e sbloccare contenuti aggiuntivi.

2 – Mr. Crab

Altro gioco a scorrimento, stavolta più tridimensionale: manovrando un granchio, dovremo arrivare in cima a delle strutture cilindriche, raccogliendo oggetti e bonus ed evitando di cadere giù, attraverso i buchi o spinti dai nemici. Può sembrare un gioco per bambini, come dico nel video, ma devo dire che dopo ci ho giocato con più calma e l’ho trovato divertente, un casual game per tutte le età: alcuni livelli difficili sono veramente impegnativi, ed hanno anche i boss di fine livello.

3 – Rayman Legends

Rayman Legends è un videogioco a piattaforme che mi ha fatto sentire vecchio e stanco come non mai. Ribadisco come da premessa che queste sono le mie impressioni, i miei giudizi, e non delle vere e proprie recensioni, ma mi è sembrato confusionario, eccessivamente semplice e fin troppo banale. La grafica è un’ottima via di mezzo tra 2D e 3D, i livelli sono sostanzialmente 2D ma le scenografie hanno profondità. Questa però è più o meno l’unico lato positivo che ho trovato. Il tema grafico e sonoro è estremamente fanciullesco, e questo ci può anche stare, ma sono proprio i livelli e la modalità di gioco che mi hanno annoiato pesantemente. Quando poi ho letto Moccolo, Sniffardo i Raffreddini tra i nomi dei mostriciattoli, mi è passata completamente la voglia di giocare. Ma, ancora una volta, il punto non è ovviamente questo. Gioco dai primi anni ’90 ed ancora oggi un buon platform riesce a prendermi, ma qui non ci siamo proprio. Mr. Crab mi ha divertito, Rayman legends per niente.

4 – Breakfinity

Breakfinity è sostanzialmente un clone di Arkanoid, un classicone degli anni ’80. La modalità di gioco è la stessa: bisogna colpire la pallina con la “racchetta” che muoveremo a destra e sinistra tramite il touchpad del telecomando, per rompere i mattoncini e superare il livello. Differisce leggermente da Arkanoid in quanto ogni livello va completato molto velocemente, per evitare che il muro di mattoni ci raggiunga causando la fine del gioco. Inoltre, non è necessario rompere tutti i mattoni, ma basterà riuscire a far passare la pallina al di là del muro per passare al livello successivo. Consigliato agli amanti del retrogaming.

5 – Beach Buggy Racing

Passiamo ad un vero gioco 3D, finalmente. Beach Buggy Racing è il tipico gioco di corse automobilistiche “pazze”, come abbiamo detto nel video ci ricorda molto Crash Bandicoot, sia per la grafica colorata e divertente, per gli scenari, e per la modalità di gioco nella quale non bisogna soltanto andare più veloce degli altri ma anche essere più “cattivi”, raccogliendo power-up lungo il percorso che ci permetteranno di andare più veloce, di sparare sugli avversari, di lasciare ostacoli per gli inseguitori, e tanto altro. Pur essendo un free to play, bisognerà pagare per sbloccare alcune funzionalità, tra cui anche il multiplayer, la possibilità di giocare con un amico tramite suddivisione dello schermo. Ovviamente necessiterete di un secondo remote o, meglio, di un controller di terze parti. Sinceramente ho trovato il remote molto scomodo per giocare a questo gioco, diversamente da Asphalt dove non mi ha dato grossi problemi durante la guida.

6 – Asphalt 8 Airborne

Dei nove giochi di cui parliamo oggi, questo è l’unico con una grafica “da console”. Non arriverà ai livelli di Forza Motorsport o degli ultimi Need For Speed, ma si fa apprezzare. Il sistema di guida mi è parso rispondere nettamente meglio rispetto al precedente, mi sono veramente divertito provandolo.

7 – Labyrinth

Un altro classicone. Questo gioco spopolò sull’App Store ai tempi di iPhone OS 2.0, ricordo che sull’iPhone 3G era uno dei miei giochi preferiti. All’epoca non eravamo abituati all’accelerometro, e il fatto che potessimo far rotolare una biglia in un labirinto di legno semplicemente inclinando il dispositivo, con una tale precisione e realismo, lasciava a bocca aperta. Su Apple TV purtroppo l’effetto è ben diverso, prima di tutto perché il dispositivo con cui dobbiamo controllare la biglia è diverso dal display (e ci mancherebbe che dovessimo muovere il televisore vero e proprio…), ma anche perché mi è sembrato poco preciso. Sarà perché è una prima versione, sarà la scomodità del diverso sistema di controllo, ma per ora è molto meglio tornare a giocarci sull’iPhone.

8 – Bird Climb

Questo è un gioco che induce stress. Il paragone con Flappy Bird viene facile, in quanto dovremo manovrare un uccello e fargli evitare degli ostacoli posti sui bordi della superficie di gioco. Non c’è molto altro da dire, è un microgioco brutta copia di Flappy Bird.

9 – Crossy Road

Last but not least, il mio preferito. Ragazzi, vado pazzo per questo pollo quadrettato. L’ispirazione per questo gioco, presentato tra l’altro al keynote dell’evento della Apple TV stessa, nasce dalla famosa barzelletta “Perché un pollo attraversa la strada? – Per andare dall’altra parte”. Ecco, andare “dall’altra parte” in questo gioco è impossibile, perché l’altra parte è infinitamente lontana. Siamo in un impossibile mondo fatto di strade, stradine, autostrade, tangenziali, linee ferroviarie, fiumi con tronchi d’albero e coccodrilli, e ovviamente nemmeno una striscia pedonale o ponticello. Lo scopo del gioco non è soltanto raggiungere il punteggio più alto possibile e superare il proprio record, ma anche sbloccare tutti i personaggi (maiale, koala, papera emo, Dracula, #TheDress, tanto per dirne alcuni, ce ne sono una marea) i quali modificano leggermente il gioco o hanno particolari poteri: ad esempio, il personaggio di Monument Valley rende tutto Escheriano, mentre il maialino-salvadanaio permette di accumulare monete più velocemente.

E voi? Avete provato l’Apple TV? Qual è il vostro gioco preferito? Fatecelo sapere nei commenti!