Biopic di Steve Jobs, parla lo sceneggiatore Sorkin (e indiscrezioni su DiCaprio)

di Giovanni Biasi Commenta

aaron sorkin steve jobs biopic

Oggi torniamo a parlarvi della biopic di Steve Jobs prodotta da Sony e scritta da Aaron Sorkin. Lo sceneggiatore, celebre per lavori come l’acclamato The Social Network o la serie tv The Newsroom (vedetela), ha rivelato qualche nuova informazione riguardante lo script del prodotto, parlando, durante il Tribeca Film Festival, ai microfoni di Mashable. 

Secondo lo sceneggiatore, definirla biopic è estremamente riduttivo.

Non è una biopic; non è la storia di Steve Jobs – è qualcosa di molto diverso. Lui è molto affascinante – un po’ eroe, un po’ antieroe.

Sorkin, inoltre, ha rivelato di come scrivendo il film (a cui si riferisce semplicemente come Steve Jobs) sia stato incredibilmente soddisfatto, e di come questa sensazione sia qualcosa che ha sperimentato solo pochissime altre volte nella sua carriera.
Lo script è stato completato nel mese di Gennaio, utilizza materiali provenienti dalla biografia ufficiale di Jobs scritta da Walter Isaacson, e si focalizzerà su tre scene da 30 minuti dedicate ai periodi di lancio di tre prodotti differenti.
Non è stata per il momento rivelata alcuna possibile data d’uscita.

Sorkin, inoltre, si è rifiutato di commentare altre indiscrezioni che vorrebbero Leonardo DiCaprio nel ruolo dello storico co-fondatore di Apple. Il film, infatti, potrebbe essere diretto da Danny Boyle, che sembra starebbe tenendo d’occhio attori come Christian Bale o DiCaprio stesso.
Il regista ha già lavorato con la star di The Wolf  of Wall Street, in film come 127 Ore, Trainspotting e The Beach.

Ne sapremo sicuramente di più durante i prossimi mesi, e siamo curiosi di vedere come Sorkin intenda riprodurre su schermo questa definizione di “eroe-antieroe”.
Nell’attesa, intanto, se voleste un film su Steve Jobs potreste vedere quello diretto da Stern e uscito lo scorso Novembre, Jobs. Oppure potreste prima leggere la nostra recensione e tenervi strette quelle due ore di vita, pensando ad altri modi con cui utilizzarle.

via | MacRumors