Tutorial: A switcher guide: i programmi indispensabili./2

di Emanuele L. Cavassa 6

Proseguiamo il nostro viaggio nel mondo degli switcher, con una serie di consigli per quanti approdano per la prima volta dal mondo Windows.


Una cosa che ci chiedevate nei commenti della scorsa puntata è una guida ai programmi free per Mac. Questa guida esiste giá, ed è la più estesa guida esistente nell’Applesfera.
Si trova qui su TheAppleLounge ed è stata scritta a puntate dal nostro mitico Paolo Petrone prima e da Andrea Branca ora.
La potete raggiungere grazie alle categorie Software Freeware.


Ma quali sono i programmi indispensabili da avere assolutamente sul Mac?


Browser: a parte l’ottimo Safari, c’è senza dubbio Camino. È il progetto di Mozilla per il browser integrato con Mac OS X e basato su Gecko, il motore di rendering di Firefox.
Questa caratteristica lo pone a metà strada tra i due browser: ha la comparibilità del “panda rosso” con i siti che non si lasciano visualizzare correttamente da Safari, ma di quest’ultimo ha l’integrazione con il sistema (condivide le password con Accesso Portachiavi di Mac OS X) e una leggerezza senza pari.


Codec: il formato QuickTime Mov con la compressione H264 è sicuramente il migliore, ma purtroppo in pochi lo usano e praticamente tutti i film scaricati da internet sono in compressi con Divx o Xvid.
Perian è una raccolta di codec per QuickTime che vi porterà la compatibilità con i formati più diffusi.
Con l’aggiunta di Flip4Mac avete anche i codec che vi consentono di visualizzare i file Wmv.
Il massimo della compatibilità, poi, lo potete avere con Vlc: il plurilettore di file multimediali fruibile su Mac, Linux e Windows.


Gestione documenti: Office di Microsoft non vi serve a nulla. I .doc e .docx li potete gestire tranquillamente con il semplice Text Edit integrato.
Se dovete fare di più, come fogli di calcolo e database, c’è NeoOffice, il porting nativo su Mac di OpenOffice. Gratuito, OpenSource e i due sviluppatori che ci lavorano sono simpaticissimi.


Immagini: se siete su Leopard, la combo Anteprima e QuickLook dovrebbe essere già sufficiente per gestire le immagini.
Ma per crearne, di immagini? Cosa c’è di alternativo a PhotoShop, software abbastanza abusato? Abbiamo ChocoFlop, un fantastico programma di editing d’immagine che sfrutta Core Image di Mac OS X per effettuare il suo lavoro.
Poi c’è LiveQuartz, che si basa sempre su Core Image, ma gestisce gli input Multi-Touch dei trackpad di MacBook Pro ed Air.
Per non parlare poi di Gimp, ovviamente.


Instant Messaging: oltre ad iChat ed a Skype, un buon software è Adium, che consente di gestire differenti tipi di account, tra cui anche quelli di tipo Msn, per chi proprio non riesce a far a meno dei contatti rimasti su Win.


Masterizzazione: i due software free di masterizzazione per Mac sono Burn e Liquid CD. Entrambi ottimi ed entrambi facilissimi da essere utilizzati, hanno alcune funzioni pratiche di creazione di Dvd video reincodando al volo i filmati (Burn) e di masterizzazione di cd ibridi – dati ed audio insieme (Liquid CD).


Questa è la nostra prima puntata di software must-have sul Mac. Domenica prossima continueremo con i software che assolutamente devono essere sul installati sul vostro Mac.
Buona serata a tutti!
  • Giovanni

    vorrei fare i miei complimenti alla redazione per le ottime guide, pratiche e semplici, che ogni settimana producete per noi utenti mac e anche non(:D)!
    complimenti ancora e grazie per la vostra serietà, la vostra disponibilità e il vostro impegno!

  • Grazie per aver esaudito la mia richiesta :)
    Sempre utili questi articoli.

  • Ottimo! ChocoFlop non lo conoscevo proprio! Interessante blog!

  • Emanuele L. Cavassa

    Grazie a voi che ci seguite e supportate!

  • Pingback: A switcher guide: copia dei dvd su Mac. - TheAppleLounge()

  • anna

    Grazie tantissimo, un ottimo supporto per noi nuovi utenti della Mela!