Mac OS X 10.5.7 in arrivo tra 5 settimane?

di Gabriele Contilli 3

Come abbiamo visto, con il lancio del nuovo modello di Mac Pro (equipaggiato nella versione standard con una NVIDIA GeForce GT 120) Apple da la possibilità, a chi volesse, di personalizzare il sistema inserendo una scheda grafica diversa: la ATI Radeon HD 4870. La modifica ha un costo di 180€.


Con il Kit di aggiornamento della scheda grafica ATI Radeon HD 4870, venduto come prodotto stand-alone sullo store di Apple, è possibile personalizzare il proprio Mac Pro senza acquistarne uno nuovo, ed il kit è compatibile sia con la versione di Mac Pro introdotta ieri, che con il modello precedente risalente al Gennaio 2008. La stranezza è data dal fatto che la scheda grafica richiede, per il suo funzionamento, la nuova release di Mac OS X (10.5.7), rilasciata agli sviluppatori poco tempo fa e di cui ancora, teoricamente, non si dovrebbe conoscere la data d’uscita.

Tuttavia, nella pagina dello store italiano dedicata al Kit di aggiornamento della scheda grafica, è possibile notare come il prodotto risulti ordinabile e che la spedizione sia prevista in 5-7 settimane (oltre al costo, fissato a 315€). Dato che la versione 10.5.7 di Mac OS X è indispensabile per la scheda grafica, dovremo forse supporre che anche la nuova release del sistema operativo di Cupertino stia per arrivare entro lo stesso termine temporale? Certo, non si può evitare di sottolineare gli innumerevoli errori che hanno caratterizzato oggi il sito italiano di Apple, ma è anche vero che un indizio del genere è difficilmente etichettabile come “semplice svista”.

Del resto, cinque o sette settimane per la versione di Mac OS X 10.5.7 sembrano anche ragionevoli; non stiamo certo parlando di un’uscita imminente.

Molto più attento e avaro di dettagli, invece, si conferma esserlo lo store americano che specifica la non disponibilità, per il momento, del Kit di Aggiornamento della scheda grafica, oltre a indicare, tra i requisiti, la versione 10.5.6 di Mac OS X e non la 10.5.7.

Ovviamente, si tratta di semplici ipotesi: non ci sono prove ufficiali, ma solo delle anomalie nella versione italiana dello store di Apple che certo oggi non ha brillato per esattezza e precisione. Voi cosa ne pensate?