Iron Man 2 per iPhone: la recensione

di Gospel Quaggia 1

Nome: Iron Man 2 – Produttore: Gameloft
Categoria: Giochi – Prezzo: € 5,49
Voto: 6.5/10 – Piattaforma: iPhone e iPod touch

Senza infamia e senza lode, questo viene da pensare dopo aver giocato per un po’ con Iron Man 2. Infatti la trasposizione su iPhone dell’ennesimo film dedicato a un supereroe è ben lungi dall’essere riuscita come per altri titoli, uno su tutti Avatar, sempre prodotto da Gameloft.

D’altronde si sa, non tutte le ciambelle escono col buco e anche se Iron Man 2 riprende alcune caratteristiche degli altri giochi proposti da Gameloft, non è particolarmente ben riuscito.

La grafica è molto bella e curata se prendiamo in considerazione i menu e il personaggio che controlliamo, per l’appunto Iron Man. Ma è decisamente poco dettagliata per quanto riguarda le ambientazioni e gli altri personaggi che si incontrano nel gioco, come i nemici e i civili che di volta in volta dovremo salvare. Sicuramente il gioco ne guadagna leggermente in fluidità rispetto ad Avatar o Brothers in Arms 2, ma perde molto come gradevolezza nel gameplay. Non ci si sente dentro all’azione, non so se mi spiego.

I controlli di gioco sono i soliti a cui ci ha abituato Gameloft. Disponiamo quindi di un joystick virtuale con il quale controllare la direzione e altri pulsanti per sparare, volare, afferrare gli oggetti, etc. Dato il gameplay piuttosto semplice, in questo caso i comandi si rivelano piuttosto efficaci e precisi, anche se rimane piuttosto complicato combattere con i nemici mentre si è in volo. Devo ammettere però che è una delle cose più divertenti del gioco. Il fatto poi di essere in terza persona facilita l’utilizzo di questo tipo di comandi, a mio avviso.

Come dicevo, il gameplay è piuttosto semplice, forse anche troppo. Alla lunga può risultare noioso e ripetitivo. Ogni “missione” inizia con una conversazione tra noi e il fido Jarvis alla base operativa delle Stark Industries che ci spiega brevemente la situazione. Poi ci si sposta da un punto all’altro, finché si trovano nemici da combattere, per poi spostarsi verso il punto successivo e così via, praticamente sempre. Ogni tanto dovremo salvare dei civili intrappolati tra qualche maceria o scortarli al sicuro mentre combattiamo, ma sono momenti rari.

I nemici non sono particolarmente agguerriti e si eliminano con una certa facilità, a parte quando si viene attaccati alle spalle. Infatti a volte è difficile scoprire da dove ci stanno attaccando e si rischia di perdere molta energia nel tentativo di inquadrare correttamente il nemico. Non abbiamo però bisogno di mirare, una volta inquadrati i nemici Iron Man spara loro addosso automaticamente e provocando sempre discreti danni. In fondo è uno sparatutto, no?

Punti a favore del gioco sono sicuramente la possibilità di migliorare la nostra armatura dopo ogni livello superato, fatto questo che garantisce sempre qualche elemento di novità. Per non parlare della possibilità di utilizzare War Machine come personaggio, idea azzeccata e che garantisce un minimo di originalità in più.

Il gioco si esaurisce in breve tempo e rimane la sensazione che forse un prezzo più basso sarebbe stato maggiormente adeguato. Come dicevo, senza infamia e senza lode.