iPhone 4 e iPhone 3GS: qualità fotografica a confronto

di Andrea "C. Miller" Nepori 7

Alcuni commentatori alla recensione di iPhone 4 pubblicata qui su TAL qualche giorno fa chiedevano un confronto più approfondito fra le foto scattate con iPhone 3GS e iPhone 4. Sebbene la maggiore qualità degli scatti catturati dal sensore del nuovo melafonino sia subito abbastanza evidente per chiunque abbia usato per un po’ di tempo un iPhone 3GS, solo una comparazione diretta può aiutare a quantificare i passi in avanti fatti dal comparto fotografico dell’ultimo smartphone targato Apple.

Ho provato dunque a produrre una serie di scatti quanto più possibile simili fra loro con iPhone 3GS e iPhone 4 (nessuna velleità artistica da parte del sottoscritto in questo caso, solo scatti “strumentali”). Il risultato lo potete vedere con i vostri occhi: non serve essere fotografi esperti per carpire il miglioramento. Di seguito tutti i confronti effettuati in varie condizioni di luce. Le immagini rimpicciolite e affiancate le aggiungo a livello indicativo. Per ogni tipologia di scatto trovate i link diretti alle foto, per poterle osservare e confrontare a risoluzione piena.

Piena luce diurna

Il primo confronto, il più facile, l’ho fatto in condizione di piena luce diurna. Le foto le vedete in apertura, e parlano da sole. Lo scatto effettuato con iPhone 4 appare più vibrante e sembra cogliere meglio lo spettro dei colori. L’esposizione è buona in entrambi i casi e dimostra che già il sensore dell’iPhone 3GS gestiva bene le condizioni di piena luce, forse addirittura rispondendo meglio nell’esposizione delle superfici molto chiare. Sul piano del colore però iPhone 4 vince a man bassa, come si può vedere confrontando il verde delle foglie e il rosso del pavimento, entrambi più vicini al colore “reale” nella foto realizzata con iPhone 4.

Link alle foto a risoluzione originale:

Luce e ombra

Un’altra foto in giardino, ma scattata ad un soggetto posto a metà fra luce ed ombra.  Si comincia a vedere in maniera abbastanza evidente l’apporto della retroilluminazione del sensore di iPhone 4. Le zone in ombra sono meno scure, la gestione generale dell’esposizione e del contrasto è più consona al tipo di scatto. Forse si sovra-espone un po’ troppo facilmente l’area illuminata dal sole, ma nel complesso la foto mostra una gestione cromatica migliore, per un risultato più vicino al vero.

Link alle foto:

Luce “media”

In questo caso un paio di foto di soggetti ripresi da vicino in condizioni di luce ideali. Le differenze qui si assottigliano, anche se iPhone 4 da l’impressione di gestire molto meglio i toni del rosso, mentre la foto scattata con il 3GS sembra un po’ più “slavata”.

Link alle foto:

Al buio


In condizioni di buio il sensore di iPhone 4 dà il meglio di sé, grazie alla già citata tecnologia di retroilluminazione. Ho provato uno scatto ravvicinato ad alcuni cuscini con illuminazione praticamente assente (solo fiochi riflessi sulle pareti di raggi che filtrano dalla persiana): il vecchio 3GS si rassegna al nero in buona parte dello scatto, mentre iPhone 4 riesce a catturare qualche raggio in più. In questo caso però non si va oltre una mera funzione “documentale”, visto che il rumore generato da entrambi i sensori è abbastanza evidente. Nel complesso, comunque, nettamente meglio iPhone 4, come ci si poteva attendere.

Link alle foto:

Non ho fatto un confronto con il flash in condizioni di buio totale perché sarebbe stato impari ed abbastanza inutile. In compenso ho provato a fotografare lo stesso soggetto in penombra con iPhone 3GS, con iPhone 4 e con iPhone 4 usando il flash, giusto per documentare anche l’uso del LED.

Link alla foto (3 in 1)

Anche in questo caso ottima aggiunta “strumentale”, ma ho l’impressione che se si cerca il risultato “fotografico” di qualità il flash sia più utile per bilanciare degli scatti diurni che non per illuminare soggetti al buio. Rimane scontato che se volete realizzare veri scatti fotografici di qualità non potete affidarvi al microsensore di un telefono e forse fareste meglio a spendere i soldi dell’iPhone per comprarvi una reflex digitale. Ma se volete trovare lo scatto artistico “alternativo” e amate quella che si definisce ormai comunemente iPhoneography, in cui anche le app giocano un ruolo fondamentale, beh, iPhone 4 non fa che confermare e migliorare le qualità del proprio predecessore.