Nuovi schermi Apple già pronti per l’iPhone 7? Ecco le ultime indiscrezioni

di Luigi De Girolamo 3

Apple sembra avere in mente una vera e propria rivoluzione per i suoi prossimi melafonini, ottenendo al contempo anche maggiore indipendenza nei confronti di quei fornitori ai quali si è sempre rifatta nel corso degli ultimi anni

iPhone 7
iPhone 7

Arriva direttamente da 9to5Mac un’indiscrezione molto interessante che potrebbe condizionare pesantemente la progettazione dei nuovi iPhone, magari a partire da quell’iPhone 7 in programma il prossimo mese di settembre. Non è un caso che attorno al device da un po’ di tempo a questa parte gravitano già diverse indiscrezioni che stanno facendo discutere parecchio.

Le voci di oggi ci parlano più in particolare della presunta volontà di Apple nel produrre display in assoluta indipendenza, in modo tale da mettere da parte i vincoli che in questi anni per forza di cose ci sono stati nei confronti di brand come Sharp, Samsung e Japan Display. Oltre a questioni produttive, comunque, l’idea della mela morsicata sarebbe quella di lanciare sul mercato schermi più sottili, a partire dai quali diventerebbe più facile anche rendere più sottili gli stessi iPhone.

Secondo quanto trapelato, Apple intenderebbe fare le cose in grande. Non è un caso che tra gli ingegneri arruolati in questo nuovo laboratorio segreto ci sarebbero addirittura ex dipendenti della Au Optronics e della Qualcomm, che secondo Bloomberg avrebbero maturato comptenze avantzatissime per quanto riguarda le tecnologie OLED. Insomma, un chiaro segnale a tutti gli altri produttori impegnati nel mercato degli smartphone.

Apple come intende fare la differenza in questo particolare contesto? La fonte parla espressamente del passaggio ai cosiddetti passare ai diodi organici per l’emissione delle luce. Il motivo? Si tratterebbe di un’alternativa più sottile e che al contempo non richiedono retroilluminazione. In questo modo gli effetti sarebbero tangibili anche sullo spessore dei nuovi display concepiti per i melafonini che verranno concepiti in futuro.