Lars Ulrich dei Metallica è entusiasta di Apple Music

di Lorenzo Paletti Commenta

Lars Ulrich, batterista dei Metallica, esprime il suo entusiasmo per Apple Music e rivela di amare Apple e i suoi prodotti. Ulrich è curioso di vedere cosa riuscirà a fare Apple con il suo nuovo servizio.

13341-8022-metallica-l

Lars Ulrich, batterista della band Metallica, ha detto di essere fiducioso in Apple, e curioso di vedere quali sono i programmi dell’azienda di Cupertino per l’espansione di Apple Music.

Penso che Apple sia la compagnia più tosta del mondo. Sono un grande supporter di Apple e di tutti i suoi prodotti, e sono stato così fortunato da incontrare diverse persone che ci lavorano, un sacco di persone che prendono decisioni importanti, e mi sento sicuro nelle loro mani.

Così ha dichiarato Ulrich in una intervista rilasciata di recente al New York Post. Ulrich ha aggiunto che la sua band è stata molto preoccupata dello stato dell’industria della musica digitale in passato, ma ora la sua unica preoccupazione è assicurarsi che i fan dei Metallica possano ascoltare la loro musica:

quello che conta davvero è che la musica arrivi ai nostri fan e che noi ci sentiamo sicuri.

Quella dei Metallica è una delle poche opinioni positive in favore di Apple Music, che nel corso delle due settimane che sono seguite la presentazione del servizio ha vissuto momenti burrascosi a causa del periodo di prova gratuito della durata di tre mesi.

Apple aveva annunciato che nel periodo gratuito di prova di Apple Music, l’azienda non avrebbe pagato etichette discografiche ed artisti per l’ascolto delle loro canzoni. Diversi artisti si sono opposti ad Apple. Una su tutti è stata Taylor Swift, che con una lettera pubblicata sul suo account Tumblr ha attaccato Apple chiedendo ai dirigenti di Cupertino di rivedere la loro posizione.

Swift e gli altri artisti sono riusciti ad avere la meglio. Apple ha infatti dichiarato che procederà a pagare delle royalities anche per gli ascolti effettuati durante i tre mesi di prova gratuita di Apple Music. Non è però chiaro quanto intende pagare Apple agli artisti per questo periodo.

[via]