iWork for iCloud, la risposta di Apple a Google Docs

di Martina Oliva 4

Tra le innumerevoli novità annunciate sul palco della WWDC 2013 sono stati dedicati diversi minuti anche a iWork for iCloud, la suite per la produttività di Apple gestibile gratuitamente e direttamente nello spazio cloud. Trattasi, in poche parole, della risposta diretta di Apple a Google Docs di big G.

iWork for iCloud

iWork for iCloud, così come mostrato anche dal Vice Presidente Roger Rosner nella demo, permette di modificare, di aggiornare e di creare documenti su Pages, Numbers e Keynote direttamente e comodamente dalla finestra del proprio browser web, sia su Mac sia su PC.

iWork for iCloud

Con Pages for iCloud è possibile creare lettere di grande impatto, volnatini, relazioni e molto altro ancora importando le immagini presenti sulla Scrivania del proprio Mac ma anche modificando qualsiasi documento, compresi quelli creati con Word della suite Office di Microsoft.

Analogamente a Pages per Mac e per iOS a disposizione dell’utente vi sono tantissimi template immediatamente utilizzabili mentre un comodo pannello posto nella parte destra della finestra del browser consente di gestire in maniera pratica e completa la formattazione del testo.

iWork for iCloud

Numers for iCloud porta invece su browser web i fogli di calcolo permettendo quindi di utilizzare formule, grafici, funzioni e tabelle e di lavorare su un foglio Excel direttamente dalla “nuvola”.

Con Numers for iCloud è anche possibile utilizzare tantissimi template già pronti all’uso e oltre 250 funzioni già impostate, un dato questo molto importate che consente di aggirare fastidiose perdite di tempo tra le impostazioni. Anche in questo caso è possibile agire sui documenti Excel di Microsoft.

iWork for iCloud

Keynote for iCloud permette invece di creare presentazioni con animazioni e transizioni avendo poi la possibilità di mostrate il tutto ad amici, parenti o colleghi direttamente dal proprio browser web preferito.

Anche in questo caso sono disponibili numerosi template già pronti e svariati strumenti di gestione mediante cui ridimensionare e creare maschere in pochi click. Garantita inoltre la piena compatibilità con i file PowerPoint.

iWork for iCloud sarà disponibile in autunno e in versione beta su iCloud.com e potrà essere impiegato su Safari, Google Chrome, e (nientepopodimenoche!) Internet Explorer.