Gli avvocati di Apple potranno studiare alcuni prototipi di Samsung

di Andrea "C. Miller" Nepori 3

La giudice Lucy Koh del tribunale di San José ha deciso che gli avvocati di Apple potranno avere accesso ad alcuni prototipi di prodotti Samsung non ancora disponibili sul mercato al fine di studiarli e decidere se per alcuni di essi vi sia la possibilità di estendere la causa per “plagio” depositata il mese scorso. Apple aveva denunciato Samsung per aver spudoratamente copiato l’aspetto di iPhone e iPad, nonché l’interfaccia di iOS, con i suoi prodotti basati su TouchWiz e aveva poi chiesto di poter ottenere una “expedited discovery” su alcuni dei modelli di telefoni e tablet di Samsung non ancora commercializzati ma già ampiamente pubblicizzati e mostrati in pubblico dall’azienda.

Samsung ha a disposizione 30 giorni per fornire ai legali di Apple i prodotti richiesti, che nello specifico sono questi:

  • Galaxy S2
  • Galaxy Tab 8.9
  • Galaxy Tab 10.1
  • Infuse 4G
  • Droid Charge

L’obiezione di Samsung alla richiesta era motivata ovviamente dalla necessità di non fornire alla concorrenza i propri prodotti e dal fatto che i prototipi potrebbero non rispecchiare le versioni definitive, ma l’aver regalato circa 5000 Galaxy Tab 10.1 agli sviluppatori presenti alla I/O Conference di Google di quest’anno e il fatto che diversi modelli fra quelli citati siano già disponibili in Europa (domani in Italia arriva il Samsung Galaxy S2) non ha aiutato la posizione dei legali dell’azienda coreana.

In ogni caso, per evitare ogni possibile rischio di “spionaggio” – anche se il rischio è assai basso – i prototipi potranno essere visionati solamente dai legali Apple che non fanno parte del team aziendale.  Nessuno della squadra del Legale Capo di Cupertino, Bruce Sewell, potrà avervi accesso. A meno di fare un salto in Europa e comprarne uno, ovviamente.