Foxconn produrrà i nuovi iPhone in India?

di Lorenzo Paletti Commenta

Foxconn, che assembla iPhone e iPad per Apple, starebbe pensando di trasferire parte della produzione in India per abbassare ulteriormente i costi di produzione. Foxconn vorrebbe costruire una decina di fabbriche entro il 2020.

foxconn-iphone_productionFo

Foxconn, partner industriale di Apple noto per essere il principale assemblatore di iPhone, avrebbe intenzione di spostare la produzione del telefono di Cupertino in India, così da poter abbassare i costi di produzione e quindi i prezzi in mercati emergenti.

A scriverlo è Reuters che spiega come lo spostamento in India potrebbe sfruttare i minori costi di produzione rispetto alla Cina (dove questi sono in crescita).

A parlare con Reuters è stato Subhash Desai, Ministro dell’Industria dello stato Indiano di Maharashtra, che ha spiegato come Foxconn stia mandando in terra indiana una delegazione di specalisti per individuare un sito idoneo alla costruzione di nuove fabbriche indiane. Foxconn vorrebbe costruire dai 10 ai 12 nuovi stabilimenti, tra cui fabbriche e data-center, e vorrebbe farlo entro il 2020.

L’ingresso di Foxconn in India porterebbe di certo una spinta economica all’economia indiana, che continua a battagliare con l’adiacente Cina per la produzione di dispositivi tecnologici.

Foxconn era già presente in passato in India, ma era stata costretta a chiudere gli ultimi stabilimenti lo scorso anno. Qui Foxconn produceva dispositivi mobili per Nokia, ora passata nella mani di Microsoft e dal mercato sensibilmente ridimensionato. L’interesse verso l’India sembra però tornato acceso in questi giorni, e Foxconn vorrebbe utilizzare lo stato per la produzione di nuovi iPhone, iPad e iPod.

Un ritorno di Foxconn sarebbe una vittoria per l’India, che ha un disperato bisogno di trasformare il boom di tecnologia in un boom di produzione manifatturiera e di assunzione di nuovi lavoratori. L’India, sotto il controllo del Primo Ministro Narendra Modi, ha cercato di riavviare la produzione nelle sue fabbriche, ma lo stato si trova a fronteggiare la Cina, particolarmente nel settore tecnologico. Proprio qui la maggior parte delle aziende assembla dispositivi elettronici.

[via ]