Kevin Lynch parla di Flash su Mac, iPhone e iPad

di Gospel Quaggia 13

In un’intervista rilasciata a BoomTown, Kevin Lynch, CTO di Adobe, parla diffusamente delle relazioni tra Adobe e Apple e dello sviluppo di Flash sia su Mac, che su iPhone e iPad, cercando anche di smorzare le tensioni che in teoria si sarebbero venute a creare tra le due aziende dopo l’esclusione di flash anche da iPad.

Per quanto riguarda il plugin Flash per Mac, Kevin Lynch ammette che nel video rendering l’utilizzo della CPU è eccessivo e sicuramente non ottimizzato come nell’equivalente per Windows, confermando inoltre che Adobe sta lavorando con grande impegno per migliorare la situazione.

Parlando invece di iPhone e iPad, Lynch punta molto di più sull’importanza che, nel tempo, ha acquisito Flash sul web, sperando che Apple segua la scia di altri produttori di smartphone che hanno deciso di implementare Flash per la fruizione dei contenuti.

Flash è massivamente presente sulla rete con circa l’85% dei maggiori siti che lo adottano. Quindi, se si vuole consultare il World Wide Web, non avere la possibilità di consultare i contenuti in Flash rende molto limitante l’esperienza.

Queste le sue parole, alle quali però aggiunge la ferma intenzione di Adobe di migliorare le capacità di Flash sui dispositivi portatili, in modo tale che tutti possano implementarlo con soddisfazione. Kevin Lynch accenna anche alla piattaforma Adobe AIR, che consente agli sviluppatori di “portare” le proprie applicazioni su molte piattaforme, iPhone incluso.

[via | MacRumors]