Town Hall meeting con Steve Jobs dopo la presentazione dell’iPad

di Redazione 9

Come di solito accade in seguito ad annunci importanti, sul finire della scorsa settimana Steve Jobs ha presenziato ad uno speciale (e segreto) Town Hall Meeting con i dipendenti Apple per parlare della novità e informare “le truppe” su una vasta gamma di argomenti relativi all’operato di Apple.
Ai partecipanti all’incontro ovviamente sarebbe richiesto di non parlare con la stampa di ciò che viene loro comunicato all’interno della Town Hall, l’auditorium al numero 4 di Infinite Loop. Immancabilmente qualche particolare trapela comunque. Secondo quanto riportato da fonti di Wired Jobs ha parlato sia della rivalità con Google sia della “questione Flash“.

Quel mantra del ‘don’t be evil’, tutte  stronzate” avrebbe sbottato El Jobso. “Non siamo noi ad essere entrati nel business della ricerca, sono lo che sono entrati nel business della telefonia. Non dubitate, il loro scopo è ‘uccidere’ l’iPhone. Non glielo lasceremo fare.”

E ce n’era anche per Adobe, un’azienda definita “pigra” dal CEO di Apple. La software house, secondo Jobs, è colpevole di avere un buon potenziale per fare cose interessanti e di non sfruttarlo a dovere. E ha continuato, confermando una direzione già nota, ma mai confermata direttamente da Cupertino: “Apple non supporta Flash perché è pieno di bug. Quando un Mac crasha più spesso del dovuto è a causa di Flash. Nessuno userà più flash, il mondo si sta muovendo verso l’HTML5”.

Le fonti di Wired non hanno aggiunto altro, ma secondo quanto riporta MacRumors, che cita fonti ritenute “accurate” El Jobso non si sarebbe limitato a toccare solo questi due argomenti ma avrebbe aggiunto altri “insight” molto interessanti:

  • Apple lancerà updates “aggressivi” all’iPhone che Google non sarà in grado di eguagliare su Android
  • iPad, insieme ad iPhone e ai Mac, è uno dei prodotti più importanti a cui Jobs abbia mai lavorato
  • Riguardo Lala, l’azienda acquisita da Apple a dicembre, Jobs ha specificato che Apple era interessata ad importare il know how dell’azienda all’interno di iTunes
  • Il prossimo update dell’iPhone sarà di un aggiornamento molto importante (“an A+ update”)
  • I nuovi Mac previsti per il 2010 aiuteranno Apple a crescere di livello
  • Il software Blu-Ray è un casino ed Apple aspetterà che le vendite di questo tipo di supporti inizino davvero a crescere prima di implementarlo sui Mac