Apple Pay sbarca in Spagna: ecco tutti i dettagli

di Luigi De Girolamo Commenta

Apple Pay sbarca in Spagna, con una serie di dettagli estremamente interessanti per tutti coloro che seguono da vicino le vicende della mela morsicata.

Apple Pay

Nella giornata di ieri erano circolate indiscrezioni sull’immediata disponibilità di Apple Pay anche in Spagna ed ora tali voci si sono rivelate assolutamente vere. Un nuovo Paese si aggiunge al sistema di pagamento tramite smartphone ideato dall’azienda di Cupertino, a testimonianza di come ci sia sempre più fiducia a riguardo. Il problema, per la maggior parte delle Nazioni, è riuscire a trovare degli accordi con le banche e non sempre ci si riesce.

In Spagna il Banco de Santander ha voluto dare piena fiducia ad Apple e ad il suo Apple Pay, insieme anche alla collaborazione di American Express. La banca spagnola ha voluto ribadire un concetto importante riguardante l’utilizzo di tale sistema di pagamento, ossia: “un modo semplice, sicuro e privato per pagare in modo veloce e conveniente”. Santander si è dimostrata subito ottimista riguardo ad Apple Pay, inoltre è sicura che anche i propri clienti ameranno immediatamente questo nuovo metodo di pagamento.

Tra l’altro Apple ha sempre fatto della sicurezza il suo marchio di fabbrica, insomma non c’è assolutamente modo di ritrovarsi con qualche truffa o errore utilizzando questo sistema di pagamento. Apple Pay sta diventando sempre più un’alternativa valida ai vari bancomat o alle carte di credito, senza contare il fatto che il tutto sarà estremamente più semplice senza l’obbligo di digitare alcun codice segreto.

Con la Spagna si è arrivati a ben tredici Paesi con Apple Pay, ossia gli Stati Uniti, il Regno Unito, la Cina, Hong Kong, Singapore, la Francia, la Svizzera, il Canada, l’Australia, la Russia, la Nuova Zelanda ed il Giappone. In terra nipponica Apple Pay ha fatto il suo ingresso insieme all’iPhone 7, iPhone 7 Plus e all’Apple Watch Series 2. Quando arriverà in Italia?