iPad 3, evento Apple il 7 marzo?

di Lucio Botteri 4

Il punto interrogativo lo dobbiamo mettere perché si tratta di un rumor, ma la fonte è attendibile e i dubbi sono pochi: le indiscrezioni provengono da iMore, il vecchio TiPB, che più volte in passato ha dimostrato di non parlare a vanvera. La data (7 marzo) è in linea con la previsione di All Things Digital, un mercoledì, giorno tradizionale per eventi di questo tipo.

Anche Jim Dalrymple di LoopInsight, uomo ben informato e con “fonti” all’interno di Apple,  ha confermato la data con uno jobsiano “Yep” dopo aver smentito recentemente i rumor su un evento a febbraio. Ok, assodato che stavolta ci siamo, citate le fonti e tutto il resto, cosa dobbiamo aspettarci dal nuovo iPad?

Il 2010 fu l’anno dell’iPad. Il 2011 poteva essere l’anno dei “copycats”, ma possiamo dire che è stato effettivamente l’anno dell’iPad 2, proprio come predetto dal Jobso. L’iPad 2 ha spalancato le porte dell’era Post-PC al grande pubblico, convincendo decine di milioni di persone nel mondo ad acquistarlo, grazie ai miglioramenti (nuovo design, più leggero, processore dual core) e alle novità (doppia fotocamera, smart cover, giroscopio) che hanno portato la seconda versione del tablet ad un livello decisamente più avanzato del precedente, e contemporaneamente facendo scendere il prezzo del primo modello, rendendo così ancora più accessibile il suo acquisto a grandi fette di mercato.

E il 2012? Per reggere anche quest’anno lo scettro di dominatore indiscusso del mercato tablet, l’iPad dovrà rinforzarsi e continuare ad attrarre, ed attualmente i punti più verosimili sembrano essere:

  • Retina Display, ovvero risoluzione di 2048 x 1536 pixel.
  • Processore A6 quad-core (contestualmente, GPU ulteriormente migliorata)
  • Fotocamera frontale FaceTime HD e fotocamera posteriore da 5 o 8 Megapixel
  • Maggiore durata della batteria (non è detto che la durata effettiva aumenti, ma sarebbe già tanto continuare a garantire le 10 ore anche con un processore quad-core)
  • Connessione alle reti 4G/LTE.

Lette così, le nuove caratteristiche non sembrano garantire un adeguato “effetto WOW” che pretendiamo sempre da Apple. In realtà si tratta di miglioramenti massicci che consentiranno soprattutto passi avanti nel software, non dimentichiamo che ad ogni evento iPad abbiamo assistito anche alla presentazione di app, di modifiche in iOS e di accessori.

Un’altra mossa che in molti si aspettano è l’iPad 2 come entry level,  probabilmente a 399$ e con storage limitato, seguendo l’esempio dell’iPhone 4. Ma in questo caso speriamo che i giga minimi restino 16: un iPad da 8GB sarebbe un po’ paradossale.