2013: Apple prevede di spendere 10 miliardi per lo sviluppo

di Lorenzo Paletti Commenta


Buone notizie per lo sviluppo di Apple. Durante la conference call dell’altro giorno, una domanda di Steven Milunovich di UBS Securities ha messo in evidenza l’interesse della compagnia di Cupertino verso la produzione di nuove tecnologie e il loro impiego nei dispositivi di Apple.

Milunovich ha sottolineato che Apple ha speso in sviluppo ed espansione una cifra paragonabile a quella di Intel: “Penso che abbiate detto che non vi interessa diventare una compagnia integrata verticalmente, ma in un certo senso credo che questo avvenga perché comprate macchinari per i vostri partner. Potreste parlare della vostra strategia in questo ambito e quanto importante è rispetto alla concorrenza per Apple potere avviare la produzione di un nuovo dispositivo in un breve lasso di tempo?”.

A rispondere è stato CFO di Apple Peter Oppenheimer, che ha spiegato che la compagnia intende spendere nel 2013 qualcosa come 10 miliardi di dollari in sviluppo, e intende aumentare quella cifra di due miliardi ogni anno. Oppenheimer ha anche aggiunto: “Ci aspettiamo di spendere un po’ meno di un miliardo di dollari nei nostri retail store e gli altri 9 miliardi in diversi settori. Stiamo acquistando macchinari che saranno di nostra proprietà ma metteremo nelle strutture dei nostri partner. La nostra prima motivazione per farlo riguarda i componenti, ma abbiamo anche altri benefici”.

Questa spesa di rilievo lascia immaginare che Apple sarà in grado di distribuire sul mercato prodotti ancora competitivi, mentre i nuovi macchinari potrebbero anche aiutare a diminuire il costo dei componenti e, di conseguenza, quello di produzione e assemblaggio dei device. Si tratta di un settore a cui Apple è molto attenta, come dichiarato sempre durante la conference call dal CEO Tim Cook.

[via]