iPhone/iPod Touch: la band diventa “virtuale”!

di Emanuele L. Cavassa 3

Pocket Guitar in azione su un iPhone


Giusto ieri, analizzando un brevetto Apple per una superficie multi-touch, ne prevedevamo l’uso combinato ad uno schermo oled che fornisse un feedback visivo delle azioni compiute.


Ad esempio, una tastiera musicale abbinata a GarageBand.


Le nostre proiezioni non erano basate solo su speranze ed una buona dose di immaginazione in campo fantascientifico (il più volte citato Minority Report per l’attinenza tra la tecnologia multi-touch e lo schermo di computer mostrato nel film di Spielberg).


Infatti per l’iPhone/iPod Touch esistono delle applicazioni che trasformano i due device in superfici di controllo vere e proprie, siano esse tastiere musicali, mixer, drum machine, sintetizzatori oppure chitarre/basso.


Tre applicazioni sono di uno stesso sviluppatore, Mister Aardvark:


Tastiera musicale sull’iPhone


iAno (sì, il nome in italiano è poco felice), un pianoforte;


Drum machine su iPhone


iThm, una drum machine programmabile;


iNth, un sintetizzatore.


Mister Aardvark stava preparando anche iTar, un simulatore di chitarra, ma nel frattempo è stato presentato Pocket Guitar, per cui lo sviluppo s’è fermato in attesa di vedere quale direzione Pocket Guitar (di cui vi abbiamo parlato anche noi) avrebbe preso.


Su youtube si trovano già migliaia di video che mostrano utenti cimentarsi nell’uso di queste applicazioni per una performance audio.


In particolare si trova quello di una “iBand” (certo il nome poteva essere un po’ più fantasioso), formata da due iPod Touch al piano ed alla chitarra ed un Nintendo DS alla parte ritmica.



Sarebbe bello vedere cosa un gruppo di elettronica quali i Kraftwerk (che negli ultimi concerti suonano sul palco esclusivamente con 4 portatili Mac, uno a testa) potrebbe creare usando 4 iPod Touch o iPhone per suonare in un live.