Apple diventa il primo produttore di smartphone al mondo

di Luca Iannario 2

Strategy Analytics

In base a quanto riportato da Reuters, un nuovo studio condotto dalla firm di ricerca Strategy Analytics mostra come l’azienda di Cupertino sia diventata il primo produttore al mondo di telefoni cellulari, scavalcando il colosso finlandese Nokia. Bisogna subito precisare che la classifica è stata stilata tenendo conto degli incassi (nel trimestre gennaio-marzo) e non del numero effettivo di dispositivi venduti, in base ai quali Nokia è ancora saldamente al comando.

Per la prima volta nella sua storia, quindi, Apple ha raggiunto un traguardo molto difficile da superare e al contempo molto ambito: quello di essere leader nel mercato della telefonia nonostante la sua recente entrata nel settore. Come ha scritto l’analista Alex Spektor, “Con grandi volumi di vendita e alti prezzi di vendita al dettaglio, il costruttore di PC ha raggiunto con successo la leadership del mercato globale della telefonia in meno di quattro anni”.

In base a quanto mostrato dai dati della ricerca, grazie ai quasi 12 miliardi di ricavi ottenuti dalla vendita di iPhone, Apple ha battuto l’incasso di 9,4 miliardi dell’acerrimo rivale Nokia. Come si può leggere infatti, “Abbiamo stimato che i ricavi da vendita di Apple per la divisione iPhone siano di 11,9 miliardi di dollari nel primo trimestre del 2011. Apple ha sorpassato Nokia per la prima volta, la quale ha registrato vendite di telefoni cellulari per 9,4 miliardi di dollari”.

L’azienda di Cupertino aveva già raggiunto la leadership nell’industria della telefonia per profitti, e adesso si può dire lo stesso per i ricavi complessivi. La crescita così rapida di Apple dimostra come l’azienda sia ancora in continua crescita nel settore e che può ambire anche a record molto più difficili da raggiungere (ad esempio, sul numero totale di dispositivi venduti).

Come sostiene anche Neil Mawston, Direttore di Strategy Analytics, l’ostacolo principale che ora Apple dovrà fronteggiare si chiama Android, ma questa non è di certo una novità. Bisognerà inoltre tenere in considerazione se la partnership tra Nokia e Microsoft riuscirà a risollevare le sorti di entrambe le aziende.

[via]