Apple sta disegnando i nuovi Mac Pro?

di Redazione 4

A otto anni di distanza dall’ultimo aggiornamento nel suo design esterno, il computer più potente e costoso in produzione presso Apple, il Mac Pro, potrebbe ricevere entro breve un restyle. Messo in vendita per la prima volta nel giugno del 2003 con il nome di Power Mac G5, poi mutuato in Mac Pro con il passaggio ai chip Intel, il computer di fascia alta di Apple potrebbe rimpicciolirsi, diventando leggermente più corto e meno profondo. Questo conferirebbe al case le dimensioni perfette perché possa venire impilato in un rack. Scopo di Apple sarebbe quello di rendere questo nuovo Mac Pro un degno sostituto del pensionato Xserve.

Si tratta di indiscrezioni che arrivano da 9to5mac e ovviamente vanno prese con le pinze in quanto semplici voci di corridoio. Le fonti sostengono però che il computer avrebbe degli slot in cui i dischi potrebbero essere inseriti a coppie, feature che aumenterebbe il numero massimo di drive installabili nel case. Si parla anche di slot pensati non per ospitare gli usuali dischi rigidi ma le più recenti e affidabili unità SSD.

Non è improbabile che Apple voglia anche cercare di aggiornare le prese e i lettori suoi suoi computer, aggiungendo delle porte Thunderbolt, recentemente comparse sull’ultima generazione di MacBook Pro e, si dice, in lavorazione anche per MacBook Air, e la possibilità di installare lettori per Blu Ray. Non dimentichiamo che in molti usano i Mac Pro come studio di montaggio digitale con Final Cut Studio.

Proprio a giugno e peraltro attesa la nuova release di Final Cut Pro, e quale occasione migliore per aggiornare il parco macchine degli editor di Hollywood (e non) e offrire loro anche un nuovo hardware su cui far girare il software di ultima generazione?