Mac OS X 10.7.3 e il supporto al TRIM su SSD di terze parti

di Andrea "C. Miller" Nepori 40

Ieri Apple ha aggiornato OS X Lion alla versione 10.7.3. Le novità introdotte sono relativamente numerose per un aggiornamento che arriva dopo più di 3 mesi dal rilascio della versione precedente. Ci sono nuove lingue ed aumenta, fra le altre cose, il numero di formati RAW compatibili con il sistema.
Come accennavamo già ieri, però, potrebbe esserci un’ulteriore novità, non menzionata nelle note di rilascio ufficiali: l’integrazione del supporto al TRIM su dischi SSD di terze parti.
Già ieri sera, con l’aggiornamento di due MacBook Pro dotati di SSD di terze parti e TRIM abilitato con TRIM Enabler abbiamo notato uno strano particolare: la funzione rimaneva attiva anche dopo l’aggiornamento, anche se l’update avrebbe in realtà dovuto comportare la ri-applicazione della patch.
Oggi abbiamo una prova in più: con l’aggiornamento a Mac OS X 10.7.3 su un MacBook Pro dotato di SSD ma senza TRIM abilitato, la funzione si è attivata in automatico. Guardate lo screenshot qui accanto e quello che segue (e diteci se anche voi avete notato qualcosa di simile sul vostro Mac con SSD).

Come potete osservare nell’immagine di apertura, TRIM Enabler (non attivo prima dell’aggiornamento) ci informa che “la patch non è attiva, ma il TRIM sta funzionando. Probabilmente avete un SSD Apple, che supporta il TRIM di default”.
La supposizione degli sviluppatori del software, come avrete capito, non è corretta. Nessun SSD Apple, bensì un SSD OWC Mercury Extreme Pro e Mac OS X 10.7.3 installato sul sistema.

La riprova del fatto che il TRIM sta funzionando ci arriva direttamente da System Profiler, che conferma la disponibilità del TRIM sull’hard disk installato, senza aiuto alcuno da programmini esterni.

Insomma, l’impressione è che gli ingegneri Apple si siano finalmente decisi ad ampliare il supporto del TRIM anche per SSD di altri produttori. Prima di cantar vittoria, però, sarebbe utile una conferma ufficiale (magari tramite articolo nella knowledge base) che per adesso non siamo ancora riusciti ad ottenere.