Clear per Mac compatibile con Leap Motion (a me fa già male la spalla)

di Andrea "C. Miller" Nepori 6

Nei mesi scorsi abbiamo potuto vedere numerose dimostrazioni (alcune più interessanti, altre meno) delle potenzialità del Leap Motion, l’innovativa periferica touch-less che si basa su una tecnologia simile (ma molto più precisa) a quella del Kinect di Microsoft.
Realmac Software ha rivelato ieri di aver già “giochicchiato” con le API del dispositivo e ha pubblicato un video che dimostra la compatibilità fra il Leap e una futura versione di Clear per Mac.

“Negli ultimi due mesi abbiamo lavorato segretamente all’aggiunta del supporto per questo dispositivo futuristico a Clear for Mac e oggi annunciamo con grande entusiasmo che Clear per Mac presto supporterà l’incredibile controller Leap Motion”.

Clear, per chi non la conoscesse, è un’applicazione per la creazione di to-do list basata su un’interfaccia minimale basata sulle gesture touch (Mac App Store link). E’ stata un grande successo su iPhone ed è stata successivamente convertita anche per OS X, con qualche compromesso legato alla minore immediatezza dei controlli tattili da impartire tramite trackpad, Magic Trackpad o Magic Mouse.

Non stupisce dunque che possa essere proprio questa una delle prime applicazioni a testare sul campo il vero valore del Leap Motion. Vi devo confessare che sono combattuto: da una parte l’interesse per questo tipo di interazione quasi magica, con movimenti della mano nello spazio vuoto antistante il computer; dall’altra la constatazione che un simile sistema di interazione con l’interfaccia è quanto di meno ergonomico vi sia.

Il titolo di questo articolo è volutamente provocatorio, ma fino ad un certo punto. Guardate la posizione della spalla e del braccio dell’utente e ditemi se secondo voi una simile “interazione” e un simile gesticolare possa essere portato avanti per più di qualche decina di minuti senza che subentri qualche fastidio a spalla e braccio.

Questa demo non contribuisce dunque a soddisfare quei dubbi e appianare le incertezze che avevo sul Leap Motion fin dall’inizio. Non resta che attendere la disponibilità sul mercato del dispositivo per provarlo e capire davvero se questo potrebbe essere il futuro (uno dei futuri) dell’interazione con le solite, care, vecchie interfacce.

[via]