MacBook Air: perchè manca l’UMTS?

di Andrea "C. Miller" Nepori 4

jobsair.JPG

Se il MacBook Air è stato pensato in funzione dell’utilizzo di una connessione mobile, perchè Apple non ha implementato sul nuovo notebook la tecnologia UMTS? Dopo i dubbi, in parte già fugati, circa la sostituzione della batteria e la incompatibilità del SuperDrive con altri computer, questa è la nuova domanda che si pongono gli esperti, gli analisti e i semplici appassionati. Ed Baig di USA Today ha tirato in ballo la questione nella recensione di cui vi abbiamo parlato qualche giorno fa, ma la risposta che gli avrebbe fornito Jobs a riguardo non convince.

Baig avrebbe domandato direttamente a Steve Jobs durante il MacWorld il perché dell’assenza di un chip 3g all’interno del MacBook Air:

“Jobs mi ha detto la scorsa settimana che Apple aveva preso in considerazione la possibilità (di aggiungere l’UMTS n.d.A.) ma ci sarebbe voluto più spazio e tale scelta avrebbe vincolato gli utenti ad un particolare operatore. Con l’utilizzo di un modem USB esterno invece, ha detto, si ha sempre la possibilità di sottoscrivere il servizio con il proprio operatore preferito.”

Come dicevamo, la risposta non convince, per varie ragioni. Il chip 3G ha dimensioni tanto ridotte da poter essere incluso nei cellulari di ridotte dimensioni e non avrebbe certamente attentato alla magrezza del MacBook Air. Nemmeno eventuali riserve circa il fatto che tale tecnologia avrebbe potuto influire negativamente sulla durata della batteria del notebook sono comprensibili, mentre possono essere un valido motivo che ne giustifica l’assenza sugli iPhone. Anche il problema dell’antenna non sussisterebbe perché l’UMTS potrebbe condividere l’antenna utilizzata dal Wireless, come negli ultimi notebook della serie TZ di Sony (i successori di quelli con cui Steve ha confrontato il MBA durante il keynote).

Con un chip come quello montato sui notebook di Sony è possibile connettersi con qualsiasi operatore che offra un servizio di connettività UMTS, come si farebbe con un comune cellulare che svolga le funzioni di un modem.

Allora perchè Apple non ha fornito il MacBook Air di questa tecnologia? Tralasciando inutili spiegazioni dietrologiche, o l’ipotesi che si possa trattare semplicemente di una svista progettuale, possiamo semplicemente supporre che i progettisti di Cupertino non abbiano ritenuto che il 3G fosse una soluzione conveniente. Apple con il MacBook Air sembra puntare nella direzione di una connettività più aperta e meno soggiogata alle regole degli operatori mobili , come la connettività wireless tramite hotspot magari gettando uno sguardo anche alle possibilità future delle connessioni Wi-Max.

  • beh, vorrei avere anche nel mio macbook un alloggiamento per una sim e la possibilità di avere umts….

  • Non male come notebook anche se è abbastanza caro ed è un peccato che abbi un cavo usb per poter leggere dvd

  • iJeeg

    ….magari gettando uno sguardo anche alle possibilità future delle connessioni Wi-Max….

    In che senso? Il MBA sarebbe già pronto al WiMax? Non penso che il WiMax sia compatibile con WiFi.

  • Nel senso che probabilmete nelle prossime versioni di MBA potrebbe essere implementato il wimax, e quindi volutamente omesso il 3g per lasciare spazio ad una ftura introduzione di questa tecnologia. Naturalmente è solo un ipotesi.