iPad Ready, il Corriere della Sera rilancia

di Giuseppe Benevento 8

Appena ieri vi davamo notizia del primo quotidiano italiano pronto per iPad. Ecco che oggi arriva il primo rilancio dal mondo dell’editoria. Ed arriva da quella testata che tutti ci aspettavamo fosse la prima a dare la notizia di essere pronta al fenomeno iPad.

Come lascia intuire l’immagine di apertura, parliamo del “Corriere della Sera” la cui immagine campeggia da tempo sulla homepage italiana della Mela. Il quotidiano, edito dal gruppo RCS Mediagroup, dichiara oggi che si sta preparando al lancio di iPad. Presumibilmente, possiamo pensare che già adesso potrebbe essere tutto pronto ma, magari, preferiscono mettere a punto alcuni dettagli.

Il Corriere della Sera, dunque, non delude le aspettative e rilancia sull’annuncio fatto ieri dal Gruppo Editoriale l’Espresso. E fa bene, secondo noi, considerando anche il volume di iPad che sembrano essere già stati preordinati nel nostro paese: “appena” 70000.

A differenza di “la Repubblica+“, al momento del lancio di iPad l’applicazione del “Corriere della Sera” sarà subito pronta, come ha dichiarato Giorgio Riva direttore di RCS Digital, e sarà gratuita fino al 15 giugno. Un periodo così breve di uso gratuito lascia quindi pensare che le parole del direttore non siano solo una risposta a “la Repubblica+” che si evolverà nei prossimi mesi, ma fanno davvero pensare che il Corriere della Sera su iPad sarà davvero il primo vero quotidiano Full iPad Ready.

Insomma, la battaglia tra gli editori sul fronte iPad è davvero cominciata e sembra che il “Corriere della Sera” non concederà il minimo spazio ai suoi diretti concorrenti. Anche in Italia, quindi, gli editori hanno fiutato che l’iPad potrebbe essere una vera miniera d’oro.

Il lancio di un’applicazione del “Corriere della Sera” potrebbe essere anche un’ottimo test per valutare il business che girerà intorno alla tavoletta magica di Steve Jobs. E questo test potrebbe fare da apripista ad un’altra testa sempre del gruppo RCS Mediagroup. In “una nazione di allenatori” come la nostra, probabilmente troverà terreno fertile anche un’applicazione per uno dei giornali più amati dagli italiani: “La Gazzetta dello Sport“.

Insomma, la corsa è iniziata. I primi editori cominciano a sistemarsi ai posti di partenza. Ancora qualche giorno e inizierà la gara ad un nuovo modo di informare. Secondo voi questo nuovo modo di fare informazione sarà migliore di quello attuale? Fatecelo sapere nei commenti.

[via]