Obama autografa un iPad con Adobe Ideas

di Redazione 1

Ma chi se ne frega direte voi, con tutti i problemi che hanno gli Stati Uniti e il mondo intero, se P.O.T.U.S. ha autografato un iPad con il suo ditone usando Adobe Ideas. Ma forse vi sfugge qualcosa: quello di Sylvester Cann (che vedete nella foto) è il primo iPad in assoluto firmato da un Presidente degli Stati Uniti. Come dite? L’iPad è nato sotto la presidenza Obama e quindi era impossibile che qualche Presidente lo firmasse prima di lui? Quisquilie.

A chi interessa questa notizia, che ricordo essere di fondamentale importanza per l’andamento delle elezioni di Mid Term americane, basti sapere che il fortunato iPad user è uno studente della Washington State University. L’incontro con il Presidente, dettagliato anche dal video che trovate di seguito, è avvenuto alla fine di un comizio che si è tenuto a Seattle. Gli agenti della scorta in un primo momento erano perplessi e non sapevano se lasciar firmare Obama sull’iPad, ma la reticenza è durata il tempo necessario ad accertarsi che tutto fosse ok e che sullo schermo non fosse stato spalmato il veleno de “Il nome della Rosa”.

Le connessioni Obama-Apple non sono finite qui. Giovedì scorso il Presidente, durante la sua visita nella Silicon Valley, ha voluto incontrare Steve Jobs per un meeting privato durante il quale i due hanno parlato di politica energetica, dell’educazione e della iniziativa presidenziale “Race To The Top”, di stimoli per la creazione di nuovi posti di lavoro e ovviamente delle controversie legate alle linee guida del Mac App Store, data la loro rilevanza per le sorti degli Stati Uniti d’America. Fonti ben introdotte confermano che Steve Jobs non ha voluto rivelare nemmeno al Presidente la marca del suo golfino nero.