iTunes 8, la matita rossa e blu è in omaggio

di Redazione 13

Se avete fatto il liceo vi ricorderete certamente il temibilissimmo matitone rosso e blu double-face che il professore di latino sfoderava per correggere la versione. A chi si è occupato di tradurre in italiano iTunes 8 servirebbe una buona dose di sottolineature blu (per il mio professore segnalavano un errore grave), anche se pure alla casa base, su a Cupertino, si sono lasciati sfuggire qualcosa.

La spazio su iPod è gratis

L’errore più grossolano, che fa pensare che la traduzione sia stata affidata ad un branco di scimmie addestrate ad utilizzare gli strumenti per le lingue di Google, lo ritroviamo nella versione Windows di iTunes 8. Lo spazio libero su iPod o iPhone nella barra d’utilizzo che viene mostrata al momento della sincronizzazione del dispositivo è indicato come “Gratis“. Non voglio immaginare come i responsabili di questa magagna tradurrebbero la scritta “Sugar Free” sui pacchetti di “gomma da masticazione“. Glucosio gratuito? [via]

Per il Gegno non abbiamo nume

Vi preoccupa il fatto che la funzione Genius – mai nome fu più autoironico – del nuovo iTunes 8 possa permettere ad Apple di venire a conoscenza della quantità biblica di canzoni che avete scaricato da eMule? Tranquilli, perché tutte le informazioni sono trasmesse in modo “anonUmo” ai server di iTunes S.à r.l.. A parte questioni di anonUmato, ad un primo colpo d’occhio può pure sembrare che sia impazzito il mignolo destro di chi ha tradotto queste stringhe oppure che il decreto Bersani abbia introdotto una nuova tipologia di impresa. La dicitura S.à r.l. però è solo un diverso acronimo per indicare una società a responsabilità limitata.

iTunes 8, A.D. 2006

Sappiamo tutti con quale attenzione Apple si preoccupi di curare ogni minimo particolare, messaggi nascosti nelle icone dei programmi compresi. Il CD dietro alle due crome nell’icona di iTunes 8 riporta tuttavia un riferimento ad iTunes 7 e al 2006 (foto sopra). Si può trattare di un omaggio al lancio di iTunes 7, ovviamente, oppure più semplicemente di un piccolo errore sfuggito agli accortissimi tecnici di stanza a Cupertino. Niente a che vedere con i versi premonitori leggibili nel foglio sul leggio nell’icona di Keynote ’08.

Grazie ad Andrea per la segnalazione.