XBox One: l’inizio dell’era post-PC per Microsoft?

di Lorenzo Paletti 11

Xbox_Consle_Sensr_controllr_F_TransBG_RGB_2013

XBox One è la nuova console casalinga di Microsoft. Ma potrebbe anche essere qualcosa di più. Come iPad e iPhone hanno rappresentato la nuova generazione informatica di Apple, così XBox One potrebbe diventare il nuovo core-business della compagnia di Redmond. Possibile che l’E3 di quest’anno segni la fine dell’era delle console come le conosciamo?

XBox 360 è stata presentata nel 2005. Ora siamo nel 2013, ed è probabile che One non arrivi sugli scaffali prima di Natale. Otto anni, in un mondo in rapida evoluzione come quello tecnologico, sono un’era. Molto è cambiato da quando Microsoft ha presentato la sua (ora vecchia) console. 360 era nata come una macchina da gioco e poco più. Basata su un processore PowerPC (lo stesso da cui Apple è si allontanata per convertirsi ad Intel sui suoi computer), XBox 360 è diventata con il tempo il cavallo di Troia con cui Microsoft ha conquistato il salotto. Una nuova interfaccia per la dashboard, ora molto simile allo stile grafico di Windows 8, rappresenta il portale tramite il quale un utente può acquistare film e musica direttamente da Microsoft. È impossibile trovare un qualsiasi set-top box che sia in tante case quante ne ha conquistate XBox 360.

XBox One, contrariamente al suo predecessore, nasce già con l’idea di essere al centro del salotto. E questa volta non solo il suo hardware è molto più simile a quello di un PC (oltre che spaventosamente simile a quello del suo principale concorrente, PS4), ma anche il sistema che dà vita alla nuova XBox è basato, e anzi, diciamo pure che è, Windows 8.

Otto come gli anni che hanno separato il lancio di 360 da quello di One. Otto come i GB di RAM che monta One, e che segnano un passo avanti rispetto al passato che forse si è fatto troppo attendere. Ma ora che XBox è più simile ad un PC (certo, costruito con il gaming e l’intrattenimento in mente) cosa fermerebbe Microsoft dal rilasciare una nuova XBox ogni anno? Chi ci assicura che a Natale 2014 non ci siederemo davanti ad una XBox 1.1?

Presentazione XBox One
A Microsoft sono probabilmente un po’ più esaltati di così per il lancio di XBox One.

Grandi limiti, almeno teoricamente, non ce ne sono. I giochi potrebbero essere impostati con diverse qualità di dettagli e texture per girare ugualmente su tutte le versioni della console, e un numero molto limitato di configurazioni hardware possibili permetterebbe agli sviluppatori di creare titoli in grado di girare ottimamente anche su una console “vecchia”. Un po’ come può fare oggi un utente sul proprio PC.

L’hardware potrebbe mantenere persino la stessa scocca, e aggiungere solo qualche piccola differenza sotto il cofano. Un paio di GB di RAM in più, un processore un po’ più veloce, un disco rigido leggermente più capiente. Non è un meccanismo diverso da quello che Apple segue ogni anno con iPad e iPhone, regolarmente aggiornati con piccoli update incrementali. E se il business della compagnia di Cupertino è ora incentrato sostanzialmente su questi due prodotti, che rappresentano quello che il pubblico vuole da Apple, non ha senso che Microsoft faccia lo stesso con XBox?

Il business di Redmond non va a gonfie vele. Surface vende, ma non quanto basta per fare concorrenza ad iPad. Windows Phone 8 deve accontentarsi di un terzo posto, distanziato da Android e iPhone che occupano le prime due posizioni sul podio. Windows 8 fatica a fare presa sui PC consumer, mentre il numero di persone che scelgono di passare ad un sistema operativo alternativo (Chorme OS, OS X piuttosto che Linux) è in continuo aumento. XBox, però, si è rivelato il business di maggiore successo per Microsoft. Ed è ovvio che la compagnia intenda giocarsi tutte le carte sulla nuova XBox One, trasformandola nel centro di intrattenimento casalingo per eccellenza.

In un tempo che corre così veloce, diventa però difficile credere che XBox One possa sopravvivere sui mobiletti dei televisori dei suoi utenti per sette anni, come ha fatto l’ora pensionabile 360. XBox One potrebbe essere il vero dispositivo che lancerà l’era post-PC di Microsoft. E proprio a Redmond sembrano convinti del fatto che XBox, oggi, sia diventata molto più che una semplice console.

xbox-360