Apple TV si aggiorna con la grafica di iOS 7

di Lorenzo Paletti Commenta

Apple TV si aggiorna con nuove icone che ricordano iOS 7, ma i paradigmi di funzionamento rimangono invariati.

10075-2119-new-atv-3-l

Apple TV utilizza, anche se con una diversa interfaccia, una versione di iOS. E mentre anche OS X comincia ad assumere le forme introdotte lo scorso anno da Jony Ive su iPhone e iPad, anche l’ultima beta di iOS per Apple TV mette in mostra le linee semplice e i colori sfumati che abbiamo imparato a conoscere in quest’ultimo anno con iOS.
L’aggiornamento, che potete ammirare in queste fotografie, ha sostituito gli skeumorfismi per le immagini lineari in stile iOS 7. Ovviamente, per ora, solo le applicazioni di Apple hanno ricevuto un nuovo tocco di stile, mentre toccherà agli sviluppatori di terze parti aggiornare anche i loro loghi per renderli in stile iOS 7.
Anche lo sfondo è stato sostituito da un unico gradiente grigio che sfuma verso il nero, mentre i caratteri sono ora più sottili e le icone non proiettano più un riflesso sulla superficie sottostante.
Il contorno colorato che identifica l’icona attualmente selezionata è stato aggiornato e, perdendo il suo fascino glossy sfumato, si è ora ridotto ad una cornice bianca intorno alle icone.
Per quanto l’interfaccia possa essere cambiata con questo aggiornamento, Apple TV non è davvero diversa da molti anni. Se è vero che Apple ha scelto di aggiornare l’apparenza del sistema operativo sul suo set-top box per imitare il linguaggio di iOS 7, è anche vero che i paradigmi tramite i quali Apple TV funziona rimagnon sempre gli stessi. Non è ancora questo, dunque, l’aggiornamento tanto atteso che dovrbebe dare nuova vita ad Apple TV.

10075-2117-new-atv-1-l

Come ricorderete, nella biografia di Steve Jobs si riporta una frase dell’ex-CEO di Apple datata 2011 nella quale Jobs si dice certo di avere trovato la chiave di votla per una ottima esperienza televisiva digitale.
Forse dovremo attendere l’aggiornamento hardware di Apple TV, previsto dal sempre infallibile Ming-Chi Kuo entro la fine di quest’anno.
[via]