App Store: l’app si aggiorna a breve con app, musica e libri gratuiti

di Lorenzo Paletti 1

app store app aggiornata contenuti gratuiti

È probabile che domani Apple aggiorni l’app Apple Store con nuove funzioni. A scoprire i piani di Cupertino è stato 9to5mac, che spiega come nelle prossime 48 ore vedremo comparire un update del software su App Store, arricchito di contenuti gratuiti per iTunes Store, App Store e iBookstore.

Attraverso l’applicazione aggiornata, Apple offrirà ai suoi clienti offerte speciali, rendendo gratuito software normalmente distribuito dietro pagamento. Scrive il sito:

Come potete vedere nell’immagine che rappresenta il prossimo aggiornamento, l’app promuoverà contenuti dai tre store di Apple. Questi contenuti, normalmente venduti a un certo prezzo, saranno disponibili gratuitamente per tempi limitati tramite l’applicazione. Apple, internamente, ha progettato questa funzione per aumentare la conoscenza da parte degli utenti dei contenuti di App Store, iTunes Store e iBookstore.

L’articolo spiega che questa è una delle nuove mosse commerciali messi in atto da Cupertino per aumentare la vendita di iPhone negli Apple Store (sia Online che Retail). Nell’immagine pubblicata da 9to5mac è possibile vedere come Color Zen, puzzle game arrivato da poco su App Store e venduto a 0,89€, sia offerto gratuitamente tramite l’applicazione.

Cupertino intenderebbe aumentare le vendite di iPhone tra il 20 e il 50% tramite i suoi store. Negli scorsi giorni alcuni esperti hanno messo in dubbio il fatto che questo sia possibile per Apple, o anche solo conveniente, considerato che maggiori vendite richiedono un maggiore numero di dipendenti (o più lunghe code negli Apple Store). Questa decisione si affianca all’offerta Back to School, fornita quest’anno anche su iPhone, e ad un programma in collaborazione con BrightStar che dovrebbe permettere di sostituire il proprio iPhone usato con un nuovo iPhone in cambio di uno sconto. Il programma permetterà di sostituire immediatamente il proprio device con un altro, ma pare che resterà (almeno per il primo momento) una esclusiva riservata agli Stati Uniti.

[via]